Trazione integrale e look pistaiolo: la compatta tedesca esplora nuove soluzioni nel campo delle sportive a zero emissioni

Volkswagen lo aveva annunciato: i programmi sportivi si concentreranno su auto a zero emissioni. Detto e fatto: durante la GP Ice Race che si è tenuta a Zell, in Austria, il primo weekend di febbraio, la Casa tedesca ha fatto girare sul ghiacciodromo la Golf eR1.

L'auto, conosciuta anche come e-performance Golf R concept si è esibita davanti al numeroso pubblico tra traversi e derapate. Non si sa molto su questo prototipo da corsa, se non che si tratta di un veicolo a trazione integrale completamente elettrico basato sulla precedente generazione della famosa compatta: la Golf 7

Un aspetto già visto

Esteticamente l'auto è molto simile - se non identica - alla Golf GTI TCR, vettura da competizione spinta da un 2.0 turbo-benzina da 350 CV. Entrambe hanno carreggiate allargate, paraurti maggiorati e un vistoso alettone posteriore. 

Stando alle parole del boss della Volkswagen R Division Jost Capito, la eR1 non è stata progettata con uno scopo agonistico preciso. Non rispetta nessun regolamento di nessun campionato ma è stata realizzata per migliorare le competenze del dipartimento sportivo in tema di vetture elettriche ad alte prestazioni.

VW Golf eR1

Sotto sotto potrebbe esserci una ID.R

Vettura laboratorio, insomma, potrebbe adottare un powertrain derivato dalla ID.R, monoposto da corsa che grazie alla presenza di 2 motori elettrici (disposti uno per asse) e di una batteria da 43 kWh è in grado di scaricare a terra attraverso le quattro ruote la bellezza di 670 CV di potenza e 649 Nm di coppia. 

Aspettando le GTX

Al riguardo, però, non ci sono conferme ufficiali. Quello che si sa per certo è che Volskwagen ha intenzione di introdurre sul mercato una serie di varianti sportive derivate dalle auto della famiglia ID sviluppate proprio dalla R Division. Per questo motivo ha coniato e registrato la sigla GTX. Con questo marchio potremmo vedere sia la ID.3 (probabilmente la prima ad arrivare sul mercato) sia le ID.4 e ID.5.