Per capire a fondo le EV bisogna viverle ogni giorno ed è quello che faremo: ogni settimana una nuova storia (o un test "speciale")

Il tipo di propulsione non è la differenza più profonda tra un'auto elettrica e una con motore termico. Già, perché al di là della tecnica, l'aspetto che le rende più diverse è legato al loro utilizzo. Certo, entrambe sono in grado di trasportarvi dal punto A al punto B, e a seconda dei modelli possono farlo in modo più o meno “divertente”, ma nell'uso quotidiano le differenze sono radicali.

È per questo motivo che InsideEVs e Motor1.com hanno deciso comprare un'auto elettrica “di redazione”, che a turno sarà utilizzata da tutti come unica auto, per far sì che ciascuno possa misurarsi con la quotidianità a bordo di una full electric, con tutti i suoi vantaggi e i suoi limiti. E i risultati di questo “esperimento” saranno pubblicati ogni domenica su YouTube dando vita alla webserie Esperienza Elettrica.

Capire l'auto elettrica

L'idea di fondo è che per raccontare le auto elettriche bisogna capire fino in fondo le implicazioni del loro utilizzo, che in molti casi richiede un diverso modo concepire il rapporto con l'auto. Per questo sarà interessante mettere l'EV di redazione non tanto in mano a chi è abituato a guidare elettrico, ma a chi le ha guidate solo saltuariamente. E magari anche a qualcuno ancora diffidente verso questa tecnologia.

Laboratorio a 4 ruote

E non è tutto. Perché avere a disposizione un'auto-laboratorio apre scenari il cui unico limite è la fantasia. Nei giorni scorsi l'abbiamo messa sul banco a rulli per spiegare il motivo per cui nelle elettriche la potenza sul “libretto” non sempre coincide con quella massima.

Ma questo è solo l'inizio, perché l'idea è quella di metterla alla frusta nelle situazioni più disparate (e magari anche estreme). Anzi, se avete dei test speciali da suggerirci – possibilmente che non implichino la distruzione dell'auto - scriveteceli nei commenti. Si parte!

 

Fotogallery: Tesla Model 3