Elon Musk riconosce di essersi fatto prendere un po' troppo la mano nella guerra del Nurbungring con Porsche, ma la sfida resta aperta

Elon Musk, CEO di Tesla, ha voluto sottolineare che semplificherà il suo prossimo aggiornamento della sua variante a tre motori chiamata Plaid perchè "sta diventando troppo complesso".

Lo scorso mese di settembre, Tesla aveva annunciato una Model S con i tre motori ed un nuovo prototipo di telaio. E così, nei mesi seguenti, la stessa casa di Musk aveva messo alla prova dei prototipi della Model S con il nuovo propulsore sul circuito del Nurburgring, anche in relazione a quella che diventò una vera e propria sfida, una corsa dell'oro del vecchio Nordschleife con la Porsche Taycan.

Arrivo entro il 2020

Una Tesla Model S con propulsore "Plaid" e nuovi sedili posteriori che, secondo quanto inizialmente riferito, doveva arrivare tra ottobre e novembre 2020. Dopo ulteriori test, la nuova versione ad alte prestazioni della Model S dovrebbe arrivare nell'estate 2020. Il motivo secondo Musk riguarda una volontà di semplificazione

"Semplificheremo un po' la Plaid. Stava diventando troppo complessa"

Fotogallery: La Tesla Model S Plaid è tornata al Nurburgring

Più prestazioni, più autonomia

Già, ma cosa si intende per "semplificare". Tesla non ha voluto apptofondire come modificare quello che il pacchetto Plaid. I prototipi della Model S Plaid catturati al Nurburgring l'anno scorso avevano un nuovo fascione anteriore ed uno spoiler posteriore.

Insomma, una versione pronto pista della Model S Performance. Tutto questo al netto di quello che dovrebbe essere il nuovo pacco batterie da circa 110 kWh che dovrebbe spingere l'autonomia ad oltre 400 miglia, chilometri, con una singola carica. Sarà cosi? Non resta che attendere e approfondire nei prossimi giorni la questione.

E voi? Cosa ne pensate? Scriveteci la vostra opinione qui sui commenti o su Facebook.

Fotogallery: Tesla Model S Plaid Prototipo