L'idea è di Matt Pearson, fondatore della serie Airspeeder: i primi test sono attesi già quest'anno. Ecco tutti i dati sui veicoli

E' un periodo storico in cui il mondo delle competizioni si sta reinventando in varie modalità, a cominciare dall'e-sports legato ai simulatori e le postazioni. Non solo corse GT o Formula 1, ma anche la stessa Formula E si è voluta trasferire. Proprio al riguardo di quella che è la formula elettrica, Oltreoceano è giunta una proposta interessante quanto curiosa.

Stiamo parlando della realtà che sta mettendo in piedi Airspeeder, ovvero un programma di sport motoristici per auto elettriche...volanti. Non si tratta - attenzione - di droni dunque, ma proprio di veicoli elettrici volanti. L'annuncio è arrivato la scorsa settimana con una raccolta fondi a "sette cifre per il lancio della serie".

Primi test nel deserto

Che si tratti di un'idea particolare questo è indubbio. E' anche vero però che sono già diverse le startup che stanno lavorando a veicoli elettrici volanti, sostenute anche da vari dipartimenti di alcune case auto come Toyota o Hyundai.

Airspeeder aveva pianificato anche di condurre dei test con equipaggio nel deserto del Mojave in California nel 2020, ma chiaramente i piani sono momentaneamente accantonati causa Coronavirus. I test ora si sposteranno nell'Australia meridionale, più vicino al territorio di Alauda. Un prototipo dell'Airspeeder, tra l'altro, ha debuttato in Inghilterra allo scorso Festival of Speed di Goodwood.

200 km/h di velocità massima

L'Airspeeder pesa circa 250 chilogrammi, utilizza un pacco batteria che può essere sostituito in gara, ed ogni pacco batteria dovrebbe avere un'autonomia di 15 minuti. Presenti quattro motori elettrici da 32 CV per una velocità massima di circa 125 miglia, dunque circa 200 km/h.

Quali sono gli ostacoli a questo progetto? Sicuramente le normative in materia di trasporto aereo, gestione dello spazio e sviluppo di tutta quella che è la filiera. Tuttavia, questa potrebbe essere una strada della mobilità del futuro.

"In termini economici, il settore eVTOL (decollo e atterraggio verticali elettrici) ha il potenziale per un valore di 1,37 trilioni di euro (1,5 trilioni di dollari) entro il 2040. È supportato da alcuni dei più grandi nomi dell'aviazione, della tecnologia e dell'automotive. Queste aziende sviluppano una tecnologia che abbraccia sia la crescita che i cicli economici recessivi. Rimaniamo concentrati sul nostro ruolo per accelerare lo sviluppo di queste tecnologie." - Matt Pearson, fondatore di Alauda e della serie Airspeeder

Fotogallery: Airspeeder