Arriva l'ultima evoluzione ChaoJi, realizzata insieme al China Electricity Council. 600 Ampere e non solo: ecco tutti i dati rilasciati

CHAdeMo ha presentato il protocollo CHAdeMo 3.0, sviluppato in collaborazione con il China Electricity Council. Avrà uno standard di ricarica che consentirà di arrivare in corrente continua fino a "oltre 500 kW" di potenza.

In attesa di quella che può essere definita come un'offensiva finale dello standard CCS in Europa, il Giappone e la Cina hanno dato nuova linfa e un ulteriore sviluppo a quello che è effettivamente il protocollo principe nella regione. Questo nuova versione 3.0 è stata chiamata ufficialmente ChaoJi.

Oltre 500 kW

Dopo i roboanti proclami di circa un anno fa, quando vennero dichiarati addirittura i 900 kW, l'annuncio di oggi punta a potenze inferiori ma comunque di estrema rilevanza con "oltre 500 kW" ed un massimo di 600 Ampere.

La versione cinese di questo standard di ricarica sarà rilasciata il prossimo anno ed avrà un protocollo di comunicazione GB/T. Sempre il prossimo anno verranno lanciati i primi veicoli con questo standard, con una preferenza iniziale sui veicoli commerciali.

Più leggero e cavi più sottili

Secondo quanto riferito da CHAdeMo, il nuovo connettore sarà più leggero, compatto e richiederà anche un cavo più sottile. Sarà gestito da un sistema di raffreddamento a liquido completamente nuovo, e non avrà un meccanismo di bloccaggio. Forte anche la retrocompatibilità e la compatibilità con standard CHAdeMo, GB/T e verosimilmente CCS, anche con adattatori da predisporre al caricabatterie.

"ChaoJi è iniziato come un progetto bilaterale e si è sviluppato in un forum di cooperazione internazionale che mobilita l'esperienza e l'esperienza di mercato dei principali attori di Europa, Asia, Nord America e Oceania. Ci sono segni che l'India presto si unirà alla squadra. E anche i governi e le società della Corea del Sud e dei Paesi del sud-est asiatico hanno espresso forte interesse. "