Dopo la mossa a sorpresa dei cinesi di SVolt, che hanno "bruciato" il Battery Day di Tesla, la partita si allarga anche a GM

E anche General Motors ha la sua batteria da un milione di miglia. O meglio, l’avrà a breve. Ormai la corsa è lanciata e sta assumendo le tinte di una contesa già molto aspra a livello geopolitico: quella tra Usa e Cina.

In premio: una fetta consistente del mercato delle auto elettriche. Perché il primo che mette in commercio una batteria in grado di percorrere così tanta strada avrà un notevole vantaggio competitivo. Convitato di pietra l'Europa, che pure sta accelerando con decisione su questo fronte, tanto a livello politico, con le recentissime grandi manovre che coinvolgono anche la Battery Alliance Ue, che sotto il profilo più strettamente tecnico, come abbiamo potuto approfondire con chi è in prima linea nella ricerca.

Botta e risposta

Ad annunciarla per prima, manco a dirlo, è stata Tesla, che ne dovrebbe parlare a profusione durante il Battery Day, atteso finalmente a giugno dopo una serie di rinvii. 

Un evento su cui si è creato uno straordinario hype, che i cinesi di SVolt hanno cercato di "bruciare" lanciando nei giorni scorsi la loro super batteria con prestazioni vicine alla rivale californiana, e il plus della completa assenza di cobalto. Sfida aperta dunque e in arrivo c'è anche un altro player a stelle e strisce.

Anche GM è senza cobalto

GM ha fatto sapere infatti di essere al lavoro su una batteria innovativa, in grado di garantire prestazioni ancor più avanzate rispetto alla Ultium modulare presentata solo a marzo. Lo ha reso noto Doug Parks, Executive Vice President della Casa americana, durante una videoconferenza con gli investitori.

Parks ha parlato di una serie di team di ricerca impegnati proprio nella messa a punto di una batteria da un milione di miglia, che rappresenterà un enorme passo in avanti in termini di prestazioni rispetto agli standard attuali, che non vanno oltre le 200.000 miglia (320.000 km). Il manager ha garantito anche che utilizzerà una composizione chimica priva di cobalto. Ancora sconosciuti, invece, i tempi di arrivo della versione definitiva della nuova batteria.

Batterie GM

Il nuovo approccio GM

Durante la conferenza sono stati ribaditi da GM ulteriori dettagli sulle strategie nel campo della mobilità zero emission. Ad esempio, è stato ricordato che la stessa Casa, che ha realizzato la batteria Ultium in collaborazione con la LG Chem, ne avvierà la produzione in Ohio con un investimento di 2,3 miliardi di dollari.

La collaborazione tra GM e LG Chem punta anche a studiare una serie di soluzioni per ridurre i costi di produzione delle batterie affrontando il processo sotto ogni punto di vista, dall’estrazione mineraria alle iniziative per calmierare i costi dei metalli, estendendosi anche alla realizzazione di motori di nuova generazione e di software più evoluti. Il tutto per raggiungere l’ambizioso obiettivo di arrivare a vendere un milione di auto elettriche l’anno, tra Cina e Stati Uniti, nel 2025.