“Non c’è possibilità per il benessere del mondo se non si migliora la condizione delle donne. Non è possibile che un uccello voli su un’ala sola”. Comincia con questa citazione del mistico Swami Vivekananda il post apparso sul blog ufficiale di Ola Electric, costruttore indiano di scooter a batteria.

Richiamando queste parole, il ceo Bhavish Aggarwal ha annunciato una piccola rivoluzione che riguarda i suoi mezzi a due ruote: a occuparsi della loro costruzione saranno solo donne, impegnate in quella che, non per nulla, viene definita Futurefactory e che avrà una capacità produttiva di 10.000 scooter l’anno.

Il Pil ringrazia

“Oggi – continua il messaggio di Bhavish Aggarwal – sono orgoglioso di annunciare che Ola Futurefactory, sarà gestito interamente da donne. Abbiamo accolto il primo gruppo questa settimana e, quando lavoreremo a pieno regime, Futurefactory impiegherà oltre 10.000 donne, diventando così la più grande fabbrica per sole donne nel mondo e l’unica struttura di produzione automobilistica di sole donne a livello globale”.

external_image

Il perché di questa scelta lo spiega lo stesso Bhavish Aggarwal nelle righe successive: “Offrire opportunità economiche alle donne migliora non solo la loro vita, ma anche quella delle loro famiglie e dell’intera comunità. Gli studi dimostrano infatti che fornire pari opportunità lavorative alle donne può far crescere il Pil indiano del 27%”.

Le prossime mosse

Le iniziative all’insegna dell’inclusività non finiscono qui, perché il ceo ha invitato tutti gli altri costruttori del subcontinente a “unirsi a Ola Electric per favorire la crescita dell’India”, con tanto di hashtag finale #JoinTheRevolution.

external_image

Per quanto riguarda le vendite, invece, gli scooter elettrici stanno per debuttare in patria, ma presto arriveranno anche all’estero, con lo sbarco nel mercato statunitense previsto per l’inizio del prossimo anno. Nel frattempo, il Paese si prepara a invadere l’Europa a suon di e-bike.

I veicoli di Ola Electric sono due e si chiamano S1 e S1 Pro: il primo ha un’autonomia di 121 km, velocità massima di 90 km/h ed è disponibile in 4 colori; fa 0-40 km/h in 3,6 secondi. Il secondo vanta 181 km di autonomia, velocità massima di 115 km/h, 8 tinte e 0-40 km/h in 3 secondi.