La Lyten, società con sede a San Josè (California) che si occupa di ricerca avanzata su nuovi materiali, ha appena presentato una batteria al litio zolfo che promette una densità tre volte superiore a quella di una normale batteria agli ioni di litio.

Si chiama LytCell EV ed è stata sviluppata in gran segreto dalla Lyten in collaborazione niente meno che con il Governo degli Stati Uniti, che da anni contribuisce ai test di sviluppo e messa a punto di queste particolari celle Li-S. Ora, l’azienda, esce finalmente allo scoperto.

Una densità record

Lyten dice che i risultati della sua LytCell EV sono merito di un’architettura 3D a base di grafene realizzata secondo la tecnologia “Lyten Sulfur Caging” che permette di raggiungere una densità di 900 Wh/kg. Si tratta di un valore davvero impressionante se si pensa che la densità media di accumulatori tradizionali si attesta intorno ai 250-300 Wh/kg. Potrebbe essere paragonato a quello di certe batterie allo stato solido.

Proprio la tecnologia Sulphur Caging ha permesso di mantenere prestazioni elevate e di impedire un rapido decadimento della batteria, che ha sempre rappresentato il principale ostacolo alla diffusione nel mondo dell’automotive delle batterie al litio zolfo. Secondo i test del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti la LytCell EV arriva tranquillamente a 1.400 cicli.

La batteria al litio zolfo Lytcell EV di Lyten

Fondamentale per la svolta della batteria di Lyten è stato anche lo sviluppo di Lyten 3D Graphene, un materiale tridimensionale che ha richiesto anni per essere perfezionata e che grazie alla particolare disposizione delle singole molecole ha le caratteristiche fisiche e chimiche adatte all’uso all’interno delle batterie.

Tutti i vantaggi del litio zolfo

Lyten afferma inoltre che le sue batterie saranno più sicure nei veicoli rispetto alle tradizionali batterie agli ioni di litio perché celle al litio zolfo non contengono ossigeno (che nelle batterie agli ioni di litio si trova negli ossidi metallici), che rappresenta il fattore scatenante in molti dei casi in cui si va incontro a surriscaldamenti e incendi.

La batteria al litio zolfo Lytcell EV di Lyten

Lyten afferma che la sua piattaforma di batterie offrirà altri vantaggi alle Case automobilistiche e ai loro utenti finali.

  • Porterà le auto elettriche a costare meno di quelle con motore a combustione interna
  • Avrà funzionamento garantito in un range di temperature comprese tra -30 e 60 gradi
  • Sarà flessibile e scalabile, in modo da adattarsi a diversi tipi di auto e a diversi utilizzi
  • Le celle potranno essere realizzate in formato cilindrico, prismatico o pouch (a busta)
  • Avrà tempi di ricarica più rapidi delle batterie agli ioni di litio, anche inferiori a 20 minuti
  • Farà quasi del tutto a meno di terre rare

Lyten crede che la sua nuova batteria potrà trovare applicazione su vetture elettriche di produzione a a partire dal 2025 o al più tardi dal 2026. Le nuove batterie LytCell potranno essere usate anche per veicoli commerciali, velivoli, mezzi aerospaziali e non solo.

Fotogallery: La batteria al litio zolfo di Lyten