Dal 2025 arriveranno le piccole del Gruppo Volkswagen: dalla VW ID.2 a quelle dei marchi Seat e Skoda. Ma ora anche Audi comincia a svelare le carte. Lo dice Oliver Hoffmann, membro del consiglio di amministrazione, in un’intervista alla testata tedesca Automobilwoche.

“Elettrificheremo tutti i segmenti principali entro il 2027 – ricorda Hoffmann parlando dei piani sulla mobilità a batterie del brand –. Questi includono il Segmento A, in cui vediamo chiaramente la necessità di veicoli elettrici premium per il futuro”.

Piccola, grande novità

Per i Quattro Anelli si tratterebbe di una novità (quasi) assoluta, perché il marchio non ha mai costruito una citycar vera e propria, neanche a combustione. L’unica mezza eccezione l’ha fatta finora con la A1, che però, date le dimensioni di poco superiori ai 4 metri di lunghezza, si inserisce a pieno titolo nel Segmento B, quello delle utilitarie.

Hoffmann non annuncia comunque un modello concreto e si limita a far capire che la nuova vetturina elettrica non sarà un’erede diretta né della A1 né del SUV Q2. Insomma, dobbiamo aspettarci qualcosa di nuovo.

A questo punto, la grande incognita è: su quale piattaforma sarà basata l’auto elettrica Audi appena annunciata? Sulla “classica” MEB o sulla nuova che nascerà dal Project Trinity del 2026? La data sembra quasi coincidere con il progetto di elettrificazione del brand premium, che dal 2027 proporrà solo auto elettriche. Non va esclusa alcuna possibilità. Nel frattempo, la Casa ha presentato la station wagon Audi A6 Avant e-tron concept.

Audi charging hub

Secondo Charging Hub in cantiere

Ma l’impegno del marchio nell’elettrificazione non si ferma alle auto. Dopo aver aperto il Charging hub di Norimberga a dicembre 2021, Audi progetta una nuova stazione di ricarica a Zurigo. La location è stata già scelta ufficialmente e verrà testata in estate.

“La ricarica deve essere facile come fare rifornimento e, idealmente, anche più conveniente”, dichiara il ceo Markus Duesmann. Del primo Charging Hub ne abbiamo visto tutti i confort in un video di Herbert Diess, ceo del Gruppo Volkswagen, dalle 6 colonnine ultrafast da 320 kW all’area lounge per un po’ di relax.