Già attivo nelle città di Roma, Milano, Torino e Bologna, e in progressiva espansione, il servizio di ricarica E-Gap è nato con lo scopo di svincolare la ricarica dal concetto di infrastruttura fissa, facendo leva sulla capacità di raggiungere l'auto elettrica (o plug-in) del cliente ovunque on demand. 

Un approccio che evidentemente è piaciuto ad AutoTorino, al punto che il dealer ha deciso di includere il servizio tra i "benefit" offerti ai clienti dalle sue concessionarie. 

Il servizio

Per usufruire del servizio, in una qualunque delle città in cui è attivo, si segue la stessa procedura degli altri utenti, prenotando tramite l'app specifica con cui si comunicano luogo e urgenza della ricarica.

Questa prevede normalmente, secondo il tariffario corrente, 3 programmi: Small da max 10 kWh e 30' di ricarica, Medium da max 20 kWh e 45' e infine Large da 30 kWh e 60', ciascuno con tempistica di intervento standard, entro 6 dalla chiamata, oppure rapida, in un'ora e mezza al massimo. 

I van della flotta assicurano una potenza massima di erogazione fino a 80 kW, abbastanza per rendere l'intervento sufficientemente rapido anche sulle batterie a maggiore capacità.

E-Gap
Da sinistra, Francesco De Meo, Responsabile Marketing di E-GAP, e Mattia Vanini, Project Manager di Autotorino

L'offerta

La differenza è che i clienti della rete Autotorino possono averlo incluso nel pacchetto dei servizi di mobilità offerti dalle concessionarie e inclusi al momento della stipula del contratto dell’auto.  In questo caso, il costo delle ricariche mensili, con numero e potenza degli interventi scelti preventivamente dall'acquirente, viene inserito direttamente nel canone mensile di mobilità. 

Al momento del ritiro dell’auto, i consegnatori assistono il cliente nell'installazione dell’app E-Gap e gli comunicano il codice univoco che attiva il suo pacchetto di rifornimenti elettrici, a cui se ne aggiungono 2 omaggio disponibili nel primo mese di fruizione.

L'iniziativa ha lo scopo di facilitare l’approccio alla mobilità elettrica attraverso un ricorso più abituale alla ricarica a richiesta. Per questo rende possibile creare pacchetti personalizzati sia nella quantità di energia sia nel numero di interventi da richiedere.

Inoltre, va ricordato che è possibile far caricare la vettura anche in assenza del proprietario, in modo programmato e con la massima comodità.

Fotogallery: Foto - E-Gap, l'accordo con AutoTorino