Voglia di un volo breve e all’insegna del relax? Ci pensa Pivotal, società californiana di Palo Alto conosciuta finora col nome di Opener e specializzata nello sviluppo di eVTOL (electric Vertical take-off landing, aerei a decollo e atterraggio verticale).

A far felici i clienti è adesso l’ultima creatura dell’azienda: si chiama Helix ed è il primo veicolo elettrico di produzione scalabile del suo genere, che nasce dal lavoro fatto con BlackFly, velivolo già venduto e consegnato agli “utenti del cielo”.

Con batterie sostituibili

Come il predecessore, “Helix offre un’architettura distintiva inclinabile, un’interfaccia utente semplice e una sicurezza senza pari basata sulla tolleranza ai guasti e sulla tripla ridondanza modulare”. Rispetto a BlackFly, ha però diverse migliorie, così elencate da Pivot.

  • Hardware elettronico digitale aggiornato
  • Aerostruttura ottimizzata in termini di peso e durata
  • App per smartphone complementare che integra l’esperienza del proprietario e del pilota
  • Tettuccio e ponte di volo ridisegnati con display integrato e miglioramenti in termini di comfort e sicurezza
  • Connettività cloud migliorata per manutenzione, telematica, ricarica e gestione delle risorse
  • Livrea durevole che riduce gli effetti di tempo, età e carico solare, prolungando la vita della struttura e migliorando il comfort del pilota
  • Opzioni di prodotto tra cui rimorchio per il trasporto, ricarica rapida, radio per l’aviazione o GSM, ADS-B, livree personalizzate e fari luminosi
  • Supporto per le future batterie di nuova generazione sostituibili

Basta un po’ di addestramento

Per entrare a bordo di Helix, serviranno 190.000 dollari (180.000 euro). Gli ordini apriranno il 9 gennaio del 2024, quando i clienti potranno versare un acconto del 25%. Le spedizioni inizieranno invece il 10 giugno prossimo.

Una volta comprato, il velivolo potrà circolare “nello spazio aereo di Classe G su aree non congestionate durante il giorno, senza necessità di una licenza da pilota. I clienti Pivotal – specifica e conclude l’azienda – devono completare un addestramento di volo iniziale e ricorrente completo”.