Chi si aspettava di vedere finalmente svelato il Cybertruck durante l'incontro degli azionisti che si è tenuto ieri per la presentazione dei risultati del terzo trimestre del 2023 è rimasto deluso. Però, a voler vedere il bicchiere mezzo pieno, possiamo dire che ci siamo quasi. Tesla ha infatti fatto sapere che il tanto atteso pick-up elettrico inizierà a incontrare i legittimi proprietari a partire da questo novembre.

Poco tempo fa Elon Musk disse che le consegne sarebbero iniziate alla fine del Q3 2023 - e quindi a fine settembre - e negli ultimi giorni si era addirittura ipotizzato che la Casa avrebbe potuto avviare sorprendere tutti avviando la commercializzazione proprio in occasione dell’evento che si è tenuto stanotte. Lo si pensava anche tenendo conto dei risultati poco entusiasmanti ottenuti dalla Casa in termini di consegne e ricavi. Invece, non è avvenuto.

Produzione a 125.000 unità all'anno

Ciò nonostante, durante l’incontro con gli azionisti, Tesla qualche informazione in più riguardo al Cybertruck l'ha data. Per esempio, ha mostrato i dati aggiornati sulla capacità produttiva delle varie Gigafactory sparse in giro per il mondo. 

Ecco, tralasciando il commento sui volumi degli altri modelli, che riportiamo in tabella qui sotto, c’è un dato che salta subito all’occhio. Secondo quanto pubblicato, il Cybertruck, che è prodotto in Texas, nella fabbrica di Austin, sarebbe già a circa 125.000 unità realizzate all’anno. 

La produzione delle varie Gigafactory di Tesla

Ora. Si presume che questo numero indichi che con le linee attualmente in funzione la Casa sia in grado di produrre 125.000 Cybertruck all’anno ma che al giorno d’oggi sia ancora piuttosto lontana da quei numeri.

Un arresto nella crescita

Per vedere il Cybertruck nella sua versione di serie e conoscerne anche le specifiche tecniche definitive, quindi, si deve attendere ancora qualche settimana. Veniamo dunque ai risultati finanziari. Tesla ha dovuto ammettere che, dopo anni di crescita, le cose si sono momentaneamente fermate. I dati sulle consegne rilasciati a inizio ottobre già fotografano un momento di stallo. Oggi vengono confermati anche ricavi e utili sotto le previsioni.

Tesla Cybertruck

Gli interni del Tesla Cybertruck

Tesla si aspettava un utile per azione compreso tra gli 0,73 e gli 0,78 dollari e invece si è fermata a 0,66 e si aspettava ricavi per 24,256-24,420 miliardi e invece non è andata oltre 23.350 miliardi. 

Cosa significa? Bisogna aspettare per interpretare correttamente i dati. Per capire come evolverà la situazione. Intanto, per mettere le cose in chiaro, la Casa rilascia una nota ufficiale in cui afferma che per quanto si siano abbassati i guadagni, nei vari stabilimenti sono stati effettuati investimenti per abbassare anche i costi produttivi. Questo, nel prossimo futuro, dovrebbe rialzare la marginalità sulle vendite.

Fotogallery: Tesla Cybertruck durante i test