A distanza di 12 anni dalla fine della produzione, la Roadster rimane di gran lunga il modello più raro del marchio Tesla. Realizzata in meno di 2.500 unità fra il 2008 e il 2011, la supercar americana sta ormai scomparendo dalle strade Oltreoceano.

Per colpa (o per merito) di incidenti e altri problemi, la prima creatura di Elon Musk sta diventando così un oggetto di culto. Tanti appassionati vanno alla ricerca di esemplari sopravvissuti al tempo e, perché no, con pochi chilometri sulle spalle. Come quello appena spuntato nel Nuovo Messico.

Campione mondiale

Gli specialisti di Gruber Motors la definiscono già come la "Tesla Roadster del 2010 con il più basso chilometraggio sulla Terra". Col numero di telaio 592, questa vettura vanta sole 38 miglia all'attivo, ovvero 61 km. In pratica, il chilometraggio di consegna, visto che la Casa faceva originariamente provare le auto nuove per circa 30 miglia, passate poi a 100 miglia.

Fotogallery: Tesla Roadster con 38 miglia sul contachilometri

Le altre 8 miglia sono state invece percorse durante il ritorno al Tesla Service Center per la manutenzione preventiva annuale, dopo la quale l'auto è rimasta ferma per 13 anni. Ma ora sembra pronta a ripartire, batteria da sostituire a parte.

"Protetta"

Come si può vedere nelle foto, la Roadster sembra appena uscita dalla catena di montaggio. L'esterno è immacolato, così come gli interni, che non mostrano segni di usura. "Ogni punto, ogni superficie, ogni controllo è come il primo giorno", si legge nell'annuncio. Anche il sottoscocca sembra nuovo di zecca, senza alcuna usura, a testimonianza della meticolosa manutenzione che fa Tesla. "Più che conservato, questo veicolo è stato protetto", commenta Gruber Motors.

È interessante notare che il primo proprietario della VIN 592, ancora anonimo, ha acquistato, parcheggiato, murato e tenuto nascosta l'auto per 13 anni. Ora però la vende e accetta offerte tramite Gruber Motors. La prima e unica (al 12 dicembre) è di 100.000 dollari.