Uno dei problemi dei pannelli fotovoltaici riguarda il loro impatto visivo. Essendo neri, o comunque di colore molto scuro, non possono essere usati ovunque. Ci sono molti edifici, magari d’epoca o di interesse storico, che non montano i pannelli per non deturparne la facciata.

Ma Sonnenkraft, produttore austriaco di pannelli fotovoltaici, ha trovato il modo di ovviare all’inconveniente. Lo fa con un nuovo prodotto chiamato “Terracotta” che, come si intuisce dal nome, ha lo stesso colore rosso delle classiche tegole.

Anche l'occhio vuole la sua parte

"Con il nostro nuovo modulo Terracotta, che produciamo nei nostri stabilimenti in Austria, vogliamo dare un contributo che consenta di ridurre l’impatto energetico di tutti quei palazzi e monumenti che fino a oggi non hanno potuto sfruttare l’energia rinnovabile proveniente da un impianto fotovoltaico”, ha affermato Peter Prasser, amministratore delegato della società con sede a Glan.

Prasser ha poi aggiunto: "Il modulo Terracotta è anche la soluzione perfetta per i clienti attenti al design: si sposa perfettamente nel caso che il proprio tetto, a prescindere dalla natura e dal valore della propria abitazione, sia dotato di tegole rosse".

Pannelli fotovoltaici Terracotta montati su un tetto con tegole rosse

Un'efficienza superiore al 20%

Andando oltre l’estetica, i pannelli fotovoltaici Terracotta della Sonnenkraft sono dotati di doppio vetro e di cornice rossa. Dotati di approvazione rilasciata dall’Istituto tedesco per la tecnologia edilizia (DIBt), hanno una potenza di 400 W e sono dotati di celle TopCon con un’efficienza di conversione energetica pari al 20,02%.

Si tratta di un valore di tutto rispetto, considerato che in media un pannello fotovoltaico riesce a convertire la luce in elettricità con un’efficienza che oscilla tra il 15% e il 23%.