Grazie alla sperimentazione Arera è possibile aumentare la potenza del contatore gratis fino a 6kw per ricaricare l'auto elettrica

Ci siamo. Sarà possibile l'aumento della potenza del contatore gratis a 6kw per la ricarica dell'auto elettrica in casa. Entra infatti nel vivo la sperimentazione dell'Autorità per l'energia (Arera) per ricaricare più velocemente.

L’iniziativa farà felice chi carica la propria vettura in un luogo privato (a casa ma anche al lavoro), consentendo di avere a disposizione più di 6 kW senza sovrapprezzo nella fascia oraria compresa tra le 23 e le 7, oltre alle domeniche e ai giorni festivi.

L’esperimento prenderà il via ufficialmente il 1° luglio 2021 e terminerà il 31 dicembre 2023, ma è possibile aderire già da ora. Ecco come fare, passaggio per passaggio.

I passaggi chiave

Verificate se avere i requisiti

Ti ricordiamo prima di tutto i requisiti. Per accedere alla sperimentazione devi avere un contratto di fornitura elettrica – per usi domestici o non domestici – con una potenza compresa tra i 2 e i 4,5 kW. Ti servono anche un contatore elettronico telegestito e una connessione a tensione bassa o non superiore ai 1.000 V. Per trovare queste informazioni, basta guardare la bolletta.

Come chiedere l'aumento gratuito di ricarica
Le informazioni da cercare sulla bolletta

Hai tutti i requisiti e la tua wallbox è tra quelle incluse nell'elenco messo a punto dal Gse? Allora sei pronto a fare la domanda. Anche se non fosse in questa lista, però, non tutto è perduto, come puoi vedere più avanti. Un'ultima cosa: tenete presente che sarà necessario il certificato di conformità dell'impianto rilasciato quando il wallbox è stato installato.

Iscrivetevi al sito del Gse

Prima di tutto, se non sei già iscritto all’Area clienti del Gse e se non hai lo Spid, registrati al seguente link: https://areaclienti.gse.it/nac/home. Se invece hai già effettuato l’iscrizione o hai lo Spid, puoi utilizzare lo stesso link per effettuare direttamente l'accesso.

Come chiedere l'aumento gratuito di ricarica
La schermata di accesso all'Area clienti del Gse

Dopo clicca su “Servizi” in alto a sinistra della pagina e a seguire “Rinnovabili per i trasporti” e “Ricarica Veicoli Elettrici”.

Come chiedere l'aumento gratuito di ricarica
La sezione "Ricarica Veicoli Elettrici", da cercare su "Servizi" in alto a sinistra della pagina

Create e inviate la richiesta

Ci siamo? Ora seleziona “Crea e invia una nuova richiesta” e indica per chi vuoi sottoscrivere il servizio: “A me stesso o alla mia ditta individuale”, oppure “Ad Altri”. Il sito ti chiede di inserire i tuoi dati anagrafici nella sezione A e di cliccare su “Prosegui”.

Stessa procedura per i dati del contratto di fornitura (sezione B), che si trovano sulla bolletta dell’energia elettrica. Subito prima, però, metti la spunta alla voce “Dichiara che il Soggetto presente nel riquadro A - ANAGRAFICA DEL RICHIEDENTE è intestatario della fornitura di energia elettrica”.

Come chiedere l'aumento gratuito di ricarica
Un esempio delle sezioni da compilare, in questo caso la sezione A sui dati anagrafici

Nella sezione C ti vengono chieste le informazioni sul tuo dispositivo per la ricarica: cliccando su “Dispositivo esistente”, puoi controllare che il tuo sia presente nell’elenco del Gse e selezionarlo, altrimenti vai su “Aggiungi Dispositivo” per indicarlo, inserendo marca, modello e versione, e allegando il modello di dichiarazione del costruttore. In questo caso, naturalmente, la registrazione verrà vagliata con particolare attenzione sull’ultimo punto.

Sarà quindi la volta delle Informazioni aggiuntive (sezione D), che riguardano l’immobile in cui ricarichi la tua auto elettrica, i veicoli che rifornisci di solito e i costi che hai sostenuto per installare il dispositivo.

Prima di completare l’iscrizione, carica una copia del tuo documento d’identità e il certificato di conformità dell'impianto nella sezione E.

Verificate tutto nel riepilogo

Quando avrai finito, ti apparirà una schermata di Riepilogo. Controlla bene tutti i dati e, se sei sicuro di quello che hai scritto, clicca su “Scarica la richiesta”, che devi firmare e allegare online.

Come chiedere l'aumento gratuito di ricarica
Il Riepilogo, da guardare con attenzione

Premi “Invia” e aspetta l’email con il numero identificativo della richiesta.

Come chiedere l'aumento gratuito di ricarica
Caricare la richiesta firmata, ultimo passaggio prima dell'invio definitivo

Se hai sbagliato qualcosa, il Gse te lo comunicherà e ti chiederà di integrare la tua domanda dalla sezione “Gestisci le richieste presentate”. Qui puoi anche riportare eventuali modifiche all’impianto o al contratto, oppure rinunciare al servizio, se nel frattempo hai cambiato idea.

Se tutto è andato a buon fine, adesso dovrai solo aspettare che il Gse ti comunichi la data in cui potrai cominciare a sfruttare il servizio e goderti la tua potenza aggiuntiva per la ricarica.