Elon Musk sull'autonomia della nuova crossover firmata Tesla: sarà inferiore dell'8-10% rispetto a quella della Model 3

Arrivano nuove informazioni sulla prossima Tesla Model Y. Questa volta si parla di autonomia. A pronunciarsi sull'argomento è stato lo stesso Elon Musk, che nel corso di un'intervista ha previsto una riduzione dell'autonomia variabile dall'8 al 10% rispetto alla Model 3.

Si tratta di un risultato inevitabile e prevedibile per un modello che rispetto proprio alla Model 3 dalla quale deriva, cresce nella massa e nelle dimensioni, con ripercussioni anche a livello aerodinamico. Di contro, ovviamente, la Model Y offrirà una grande disponibilità di spazio a bordo, grazie in particolare alla presenza dei sette posti.

In commercio dal 2020

Elon Musk ha parlato anche delle tempistiche di commercializzazione della Model Y, i cui primi esemplari dovrebbero arrivare verso la fine del 2020. Le prime versioni disponibili non saranno però i modelli base, bensì le versioni top di gamma caratterizzate da autonomie superiori a quella prevista per la versione di accesso alla famiglia Model Y, variabili da 450 a 480 km.

Il prezzo di queste varianti, come doveroso aspettarsi, saranno più elevati, con una base di partenza di circa 54.000 euro. L'allestimento base entrerà a listino soltanto nel 2021. Costerà circa 34.500 euro e avrà un'autonomia di 368 km.

Tesla Model Y vs Model 3

Fotogallery: Tesla Model Y vs Model 3