È il SUV più potente in gamma. Ha 680 CV e può fare 40 km in elettrico

Per Porsche l'elettrificazione non è solo un modo per promuovere la mobilità sostenibile. È anche una tecnologia utile per avere prestazioni migliori. Lo dimostrano le Cayenne Turbo S E-Hybrid e Cayenne Turbo S E-Hybrid Coupé, che come già accade nella gamma della Panamera, si piazzano al top dell'offerta per potenza e dinamica. Le Turbo S E-Hybrid, infatti, riescono ad essere mediamente di 1,5 secondi più veloci delle Turbo S "normali".

La più potente di tutte

Grazie all'adozione del noto 4.0 V8 da 550 CV e di un motore elettrico da 136 CV integrato nel cambio Tiptronic S, automatico a otto marce, i due SUV PHEV di Porsche possono contare su una potenza complessiva di 680 CV e su un'impressionante coppia di 900 Nm.

Per muoversi a zero emissioni, le due auto montano una batteria agli ioni di litio da 14,1 kWh ad alto voltaggio che può essere ricaricata in 2,4 ore utilizzando il cavo di ricarica da 7,2 kWh fornito dalla Casa e in 6 ore se si utilizza una normale presa elettrica.

Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid

Prestazioni da vera sportiva

Entrambe le Cayenne Turbo S E-Hybrid possono scattare da 0 a 100 in 3”8 e possono raggiungere una velocità massima di 295 km/h. Eppure, a fronte di prestazioni di assoluto livello, le SUV più potenti di casa Porsche dichiarano un consumo di 3,7-3,9 litri di benzina per 100 km (NEDC) e di 18,7-19,6 kWh/100 km in modalità elettrica. L'autonomia in modalità 100% elettrica, infine, è di 40 km

Nonostante una massa che si aggira intorno alle 2,5 tonnellate, la più potente delle Cayenne riesce ad essere coinvolgente anche nella guida tra le curve. Il merito va tutto all'ottima taratura dell'assetto (specialmente sulla versione Coupé) e a soluzioni come le sospensioni pneumetiche e la barra antirollio attiva offerte di serie. Optional irrinunciabile per chi cerca il massimo del piacere di guida, l'asse posteriore sterzante.

 

Fotogallery: Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid 2019