Si parla sempre della sicurezza delle EV, ma cosa accade in un urto con un'auto a motore termico?

Ci si chiede sovente cosa accade alle batterie di una EV in caso di incidente: tuttavia, nessuno sembra ancora essersi chiesto cosa capita, batteria a parte, in uno scontro tra due auto di cui una è elettrica l’altra no. C’è differenza? Sulla carta qualcuna sì, tanto che anche per i crash test si pensa di introdurre parametri nuovi.

Questione di fisica

Il dubbio, se ci pensate, ha senso di esistere ed ecco perché: le auto elettriche, per via principalmente della massa importante rappresentata dal pacco batterie, hanno un peso che spesso supera di diverse centinaia di chili un veicolo di pari categoria e segmento alimentato a benzina o gasolio. Questo potrebbe portare a conseguenze che teoricamente potrebbero rivelarsi più gravi per la vettura “tradizionale” piuttosto che per la EV in caso di incidente.

E il motivo è spiegato dalla fisica. Se due corpi che avanzano alla medesima velocità si scontrano, quello con la massa minore riporterà i danni maggiori. Questo perché durante l'interazione tra due corpi l'elemento che resta costante è la somma dei prodotti massa per velocità. Dunque, detto che i due corpi (i nostri due veicoli) viaggiano alla medesima velocità, quello che avrà la peggio sarà per forza quello con il peso minore.

Mercedes-Benz EQC - Euro NCAP crash test

La differenza di peso

Con questo ragionamento non vogliamo additare le elettriche come auto potenzialmente pericolose per gli altri utenti della strada, sia ben chiaro. Tuttavia, è curioso constatare come con la progressiva elettrificazione delle gamme, il peso medio del parco circolante stia mediamente crescendo. Oggi una Tesla Model S pesa circa 2.300 kg, mentre una BMW Serie 5 si aggira intorno ai 1.800 kg. Ma vale per tutti? No: se prendiamo in esame SUV come Audi e-tron o Mercedes EQC, la loro massa complessiva, anche qui pari a circa 2.300 kg, è più o meno la stessa dei corrispondenti veicoli con motore tradizionale, anche se distribuita in modo diverso.

A proposito di SUV, poi, bisogna considerare anche il fatto che ad oggi, per ragioni dettate da una sempre crescente richiesta del mercato, la quasi totalità delle elettriche in commercio è rappresentata da SUV. Elemento questo, che aumenta ulteriormente il gap di sicurezza tra modelli “tradizionali” ed elettrici. Per dovere di cronaca, dobbiamo specificare che questo gap, ad oggi, è riscontrabile però anche tra modelli alimentati da motori endotermici, dal momento che SUV e crossover detengono una quota di mercato circa del 40% nel nostro Paese.

Audi e-tron crash test IIHS

Parola di Euro NCAP

Ma per capire meglio cosa accade in un urto fra queste due tipologie di veicoli abbiamo fatto quattro chiacchiere con Simon Edmonds, un tecnico dell'Euro NCAP, l'organismo preposto alla verifica del livello di sicurezza su ogni nuova auto. “L'Euro NCAP, ad oggi, non ha mai svolto un test di questo genere. Il peso è sicuramente un elemento che incide notevolmente nella dinamica di un urto. Ma questo vale anche per i SUV, il discorso è il medesimo. Ciò che è interessante però riguardo le elettriche, è che l'assenza del motore nella parte anteriore permette di sviluppare zone a deformazione controllata più efficaci che, in caso di urto, possono assicurare un maggiore livello di sicurezza. Detto questo, dal prossimo anno l'Euro NCAP introdurrà un nuovo tipo di test denominato MPDB, acronimo di Mobile Progressive Deformable Barrier che servendosi di un ostacolo mobile del peso di 1.400 kg, simulerà proprio gli urti tra vetture in movimento".

I-Pace Crash

In attesa di una casistica

Insomma, fatta questa analisi, tirare le somme non è in questo momento possibile. Questo perché manca una casistica sulla quale basarsi. La stessa Euro NCAP non ha ancora dati a riguardo. Quindi, in questo momento storico per l'automobile, sul fronte sicurezza ci troviamo davanti a uno scenario molto simile a quello che già abbiamo vissuto qualche anno fa con la grande diffusione dei SUV, che tanto hanno fatto preoccupare chi era abituato a viaggiare con berline e station wagon. Porsi delle domande è quindi normale. Tuttavia, anche se non esistono ancora dati in grado di permetterci di capire con esattezza come si comporta una EV in uno scontro con un'auto tradizionale, sappiamo invece che le nuove tecnologie stanno svolgendo un ruolo fondamentale sul fronte sicurezza.

Tutte le moderne auto elettriche, infatti, possono fare affidamento su una serie di tecnologie e assistenti alla guida in grado di limitare il rischio di incappare in un incidente. Gli Adas di livello 2 equipaggiano praticamente tutte le EV in commercio e qualcuna è già pronta anche per i livelli superiori. Di conseguenza, oggi si può viaggiare con molta più tranquillità rispetto a qualche anno fa. Sulle elettriche e non.