La variante "alla spina" del SUV più piccolo del costruttore tedesco fa 57 km in elettrico

Il percorso di ampliamento della gamma ibrida plug-in di BMW continua senza sosta e dopo la Serie 3 è ora il momento della nuova X1 di venire declinata in variante "alla spina". Ad essere precisi, la X1 xDrive 25e ha già fatto il suo debutto sul mercato cinese, ma ora diviene disponibile anche in Europa, dove verrà commercializzata tra la fine del 2020 e l'inizio del 2021.

Lo schema meccanico 

Il powertrain della X1 xDrive 25e è costituito da un tre cilindri da 1,5 litri di cilindrata sovralimentato tramite un turbocompressore, in grado di  da 125 CV e 220 Nm di coppia che, tramite un cambio a sei marce, manda potenza alle ruote anteriori. La trazione sulle ruote posteriori, invece, viene gestita da una trasmissione a singolo rapporto azionata da un motore elettrico da 95 CV di potenza e coppia di 165 Nm. La potenza combinata della X1 arriva così alla cifra di 220 CV, quanto basta per garantire uno spunto da 0 a 100 km/h in 7 secondi. 

BMW X1 xDrive25e (2019)

I numeri della parte elettrica

Non si può parlare di una ibrida plug-in senza analizzare capacità della batteria, autonomia solo elettrica e tempi e modi di ricarica. La X1 plug-in, quindi, grazie alla batteria da 9,7 kWh è in grado di coprire fino a 57 km secondo il ciclo WLTP in modalità completamente elettrica. I tempi di ricarica, naturalmente, variano in base alla fonte utilizzata. In generale, con un wallbox occorrono 3,6 ore per una ricarica totale.

Fotogallery: BMW X1 xDrive25e 2019