Entro il 2028 la città americana prevede una riduzione del 25% dell'inquinamento: l’80% delle auto vendute dovrebbe essere elettrico

Mancano poco meno di 10 anni ai prossimi Giochi Olimpici a Los Angeles ma la città americana si sta già preparando al grande evento. Tra le varie cose, si è posta anche l'obiettivo di ridurre del25% l’inquinamento atmosferico e le emissioni di gas che causano l’effetto serra.

Come dimostra la "Roadmap Zero Emissioni 2028 2.0", la mobilità sostenibile gioca un ruolo fondamentale in questa corsa contro il tempo. Entro il 2028, la città californiana, che si sta già avvicinando a una quota di veicoli elettrici del 30%, dovrà raggiungere una vendite di auto a zero emissioni pari all'’80% del totale.

Il nodo cruciale è la periferia

Nella città californiana, la lotta all’inquinamento dei trasporti è guidata dal Transport Electrification Partnership (TEP), fondato a maggio 2018. Un’associazione che racchiude diverse Case automobilistiche come Tesla, Audi, Bmw e la cinese BYD ma anche agenzie come la California Air Resources Board (CARB). I partner, per raggiungere l’obiettivo prefissato, sono intenzionati in primo luogo a espandere la mobilità elettrica anche nelle aree più periferiche della città che producono la maggior parte dell’inquinamento.

A questo proposito, è stato avviato un progetto di car sharing con un investimento di 500.000 dollari che permette di portare questo servizio nelle zone più svantaggiate, aumentando la capillarità della mobilità sostenibile.

BYD 12M Pure Electric Bus

I requisiti necessari

La Roadmap 2.0 dimostra che le automobili costituiscono la principale fonte di inquinamento nel settore dei trasporti a Los Angeles. E fa anche una previsione sulle percentuali di EV per categoria necessarie a raggiungere gli obiettivi: le vetture elettriche dovrebbero costituire tra il 20 e il 45% mentre nel caso di auto condivise, come i taxi, i veicoli elettrici dovrebbero costituire una parte compresa tra il 50 e il 100%.

Per quanto riguardo gli autobus, la flotta del Dipartimento dei trasporti di Los Angeles (LADOT) devono essere elettrificati tra l'80 e il 100 per cento. Solo poche settimane fa, il LADOT ha ordinato a BYD 130 autobus elettrici. Il prossimo anno, inoltre, verranno effettuati degli incontri per stabilire l’implementazione dell’infrastruttura di ricarica con l’aggiunta di un numero punti di ricarica pubblica che va dalle 60.000 alle 130.000 unità in base ai piani attuali della contea nel primo caso e alla domanda prevista nel secondo.

Los Angeles 2028

Insieme si può

"C'è molto lavoro da fare, ma con il nostro nuovo obiettivo regionale di ridurre le emissioni di un ulteriore 25% entro il 2028 attraverso l'elettrificazione dei trasporti e il potere di questa partnership multi settoriale, sono fiducioso che ci riusciremo", afferma Mary Nichols, presidente CARB (California Air Resources Board). "La crisi climatica non può essere contrastata fino a quando non lavoriamo attraverso i settori e i limiti delle città per frenare l'inquinamento pericoloso e dare il massimo per il futuro dei trasporti a emissioni zero", aggiunge Eric Garcetti, sindaco di Los Angeles.