Finalmente arriva la possibilità di personalizzazione: per ora si parte dai modelli "cinesi" ma presto potrebbe sbarcare anche da noi

Quando Tesla ha messo sul mercato la Model Y ha proposto per la prima volta la possibilità di sostituire le parti esterne cromate con altre, identiche, con una finitura nera

Così, configurando il proprio esemplare del SUV elettrico, si può chiedere di avere quella che gli americani chiamano “chrome delete” su cornici dei finestrini laterali, maniglie delle portiere e altri dettagli esterni. Ora la stessa opzione sarà disponibile anche sulla Model 3, per la gioia dei tanti a cui non andava giù l'eccessivo utilizzo di cromature di Palo Alto.

Prima in Cina

Che la Casa abbia intenzione di introdurre questa variante estetica proprio dalla Model 3 - di cui abbiamo visto nei giorni scorsi il vero prezzo in Italia con gli incentivi - lo si evince dal fatto che abbia comunicato al Ministero dell’Industria cinese l’arrivo di una variante senza cromature della berlina che prodotta nella Gigafactory di Shangai (di cui abbiamo visto in precedenza i violenti crash test fatti in Cina).

Tesla Model 3

È decisamente probabile che, a seguire, la stessa opzione potrà essere ordinabile anche sulle Tesla Model 3 prodotte a Fremont e destinate agli Stati Uniti e all’Europa. Una cosa analoga è accaduta qualche mese fa, quando prima sulle Model 3 cinesi e poi su tutte le altre è stata adottata la ricarica a induzione e la presa USB-C.

Basta fai da te

La sostituzione della finitura cromata rappresenta un’opzione di personalizzazione in più su un modello che a parte il colore della carrozzeria e un paio di cerchi non offre molto spazio alla fantasia.

La notizia sarà comunque accolta con entusiasmo dagli appassionati di Tesla, visto che in commercio si trovano già dei kit fai da te proprio per tingere di nero le parti cromate. Insomma, interesse sull’argomento ce n’era da un po’.