La berlina elettrica prodotta nello stabilimento di Shanghai è stata sottoposta ai test previsti nel Paese: ecco le immagini

Anche in Cina si svolgono i crash test per misurare la sicurezza delle auto. E se ci sono stati casi in cui le pratiche sono risultate ancora "barbare" (ricordate i test sui seggiolini per bambini con maiali vivi?) altri, fortunatamente, sono svolti con metodi moderni.

Tra questi, ovviamente ci sono quelli del China Automotive Engineering Research Institute (C-IASI), che ha da poco sottoposto a valutazione la Tesla Model 3 prodotta nella Gigafactory di Shangai, destinata con ogni probabilità ad essere dotata della nuova batteria senza cobalto di Elon Musk.

Aspettando le 5 stelle

Che la berlina elettrica realizzata a Shanghai sia stata sottoposta ai crash test è stato ampiamente detto da numerosi media, tra cui Ray4Tesla e Torque News. I risultati ufficiali saranno resi noti però il 16 giugno

Ma nell'attesa dei dati precisi, già guardando le immagini si può notare come la Model 3 abbia resistito bene ai vari urti, tra cui quello laterale e quello frontale, con collisione disassata del 25%. Immagini che testimoniano i livelli di sicurezza delle auto elettriche, messi alla prova nei mesi scorsi anche nei "brutali" crash test ad alta velocità.

Una berlina di qualità

Considerando proprio le immagini divulgate e il fatto che la Tesla Model 3 prodotta in Cina non differisca se non nei dettagli dalla Model 3 americana, comunque, è altamente probabile che anche questa si posizionerà ai vertici, risultando una delle auto più sicure sul mercato, come è già accaduto in passato. 

Crash test cinesi per la Tesla Model 3

Ma in cosa differisce la Model 3 "cinese" da quella destinata ai mercati americani ed europei? In poche caratteristiche, a dire il vero. Le uniche differenze sono dovute al fatto che il sito produttivo di Shangai si rivolge a fornitori diversi. Alcuni hanno notato che, addirittura, la qualità della versione Made in China potrebbe essere leggermente più alta, ma a parte questo, le cinque stelle (conquistate anche in Europa e negli States) non sembrano affatto a rischio. E del resto, come abbiamo visto, Tesla è già risultata tra le best-in-class della sicurezza per i test Euro NCAP.