Dal 5 settembre partiranno i 60 giorni entro cui dovrà essere operativo il portale rimborsi. Il ministro Costa: “Intoppi amministrativi”

Finalmente, verrebbe da dire. Dopo settimane di silenzi e indiscrezioni puntualmente smentite, arrivano aggiornamenti sul bonus mobilità fino a 500 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, micromobilità elettrica e servizi di sharing individuali (qui tutte le informazioni fornite finora dal Governo).

A uscire allo scoperto è il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, annunciando che il decreto attuativo del bonus è stato registrato domenica scorsa alla Corte dei Conti e sabato 5 settembre sarà finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Tutto finito quindi? Ancora no purtroppo.

Aspettando la piattaforma

È lo stesso ministro a chiedere in un post su Facebook ancora “qualche giorno di pazienza”. Già, perché dal 5 settembre partiranno i 60 giorni necessari alla società incaricata per finire il portale per i rimborsi e assicurare la possibilità di versare anche le ulteriori risorse per il fondo aggiunte in un secondo momento. In totale, lo ricordiamo, saranno a disposizione oltre 200 milioni di euro.

biciclette

"Intoppi amministrativi"

“Stiamo chiedendo quindi ancora un po' di pazienza, ne sono consapevole, ma con una data finalmente all'orizzonte e l’attesa servirà a poter soddisfare tutti”, chiosa il responsabile dell’Ambiente, ammettendo che ci sono stati “degli intoppi amministrativi”.

In ogni caso, conclude Costa, “ricordo ancora le due cose necessarie da possedere: la fattura dell’acquisto (o in alternativa lo scontrino parlante) e lo SPID personale”.

Cosa aggiungere quindi: aspettiamo ancora, con la consapevolezza che numeri alla mano sono moltissime le persone in attesa di questo incentivo.