Più risorse per via del boom di vendite. La piattaforma per richiederlo arriverà dopo metà luglio, servirà lo "scontrino parlante"

La dotazione finanziaria per il bonus mobilità sale da 190 a 220 milioni di euro e allontana lo spauracchio del “click day” per poter ottenere l’incentivo, alla luce del clamoroso boom di vendite di bici e monopattini.

E insieme ai nuovi fondi arrivano anche ulteriori precisazioni sulle modalità per ottenere il buono fino a 500 euro: per gli acquisti già effettuati sarò sufficiente presentare lo scontrino, purché “parlante”, dotato cioè dell’indicazione della natura del prodotto acquistato e del codice fiscale dell’acquirente.

Aspettando la piattaforma

L’aggiornamento, come scrive il Corriere della Sera, arriva direttamente dal Minambiente e riguarda anche l’attesa messa online della piattaforma attraverso cui richiedere il bonus.

Secondo quanto riportato, la piattaforma sarebbe sostanzialmente pronta, ma per il cosiddetto go-live bisognerà attendere la conversione in Parlamento del decreto Rilancio e la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. In pratica, quindi, non se ne parlerà prima della seconda metà di luglio. Vale ricordare che per poter accedere all’incentivo occorreranno le credenziali Spid.

Le informazioni base sull'agevolazione:
• Valore fino al 60% della spesa sostenuta
• Valore massimo 500 euro
• Validità retroattiva a partire dal 4 maggio
• Termine ultimo 31 dicembre 2020
• Risorse a disposizione pari a 220 milioni di euro

La scelta del mezzo giusto

L’incentivo può essere usato per le bici “muscolari”, quelle elettriche e per la micromobilità a batteria. Per orientarsi nella scelta del mezzo si possono consultare le nostre guide all’acquisto consapevole: