Derivata dalla XC40, con cui condivide piattaforma e powertrain, ha 408 CV di potenza e una batteria da 78 kWh

Che Volvo sarebbe diventata una Casa esclusivamente elettrica e che avrebbe venduto le proprie auto online lo abbiamo detto stamattina. Ora vi mostriamo il primo passo verso quella che può essere definita la rivoluzione a zero emissioni e digitale del brand.

Si chiama C40 Recharge ed è la prima auto della Casa a nascere esclusivamente a batteria. L’auto, che arriverà sul mercato in autunno, deriva dalla XC40 Recharge, dalla quale si distingue per un aspetto più sportiveggiante e per una serie di caratteristiche innovative.

Powertrain condiviso

Come detto, nasce sul pianale CMA della XC40 Recharge (a proposito, entrambe sono prodotte nella fabbrica belga di Ghent) e ne ricalca il powertrain, con due motori elettrici da 204 CV ciascuno disposti sui due assi per garantire la trazione integrale. Complessivamente, la C40 può contare su 408 CV di potenza e 660 Nm di coppia, valori tali da spingerla da 0 a 100 in 4"9 e fino a 180 km/h di velocità massima che, come su tutte le Volvo, è autolimitata a 180 km/h.

  • Batteria: 78 kWh
  • Ricarica (0-80%): 40 minuti a 150 kW
  • Autonomia: 420 
  • Potenza max: 408 CV
  • Coppia max: 660 Nm
  • 0-100: 4"9
  • Velocità max: 180 km/h
Volvo C40 Recharge

I due motori sono alimentati da una batteria agli ioni di litio da 78 kWh che permette all’auto di percorrere fino a 420 km con una sola ricarica. La batteria può essere ricaricata sia in corrente alternata sia in corrente continua. Con cavo CSS da 11 kW un pieno si fa in circa 7 ore e mezzo, mentre usando colonnine fast charge con potenza da 150 kW (la massima compatibile) si può tornare ad un livello dell’80% in soli 40 minuti.

Linee sportive

La Volvo C40 ha una parte bassa della carrozzeria molto muscolosa, tipicamente da SUV, mentre dalla linea di cintura in su sfoggia linee più sportive, con tetto ad arco, basso e rastremato che termina su un lunotto molto inclinato. Tra le novità che introduce il modello ci sono anche nuovi fari con tecnologia pixel.

Nata green fin dall’origine, l’auto ha un approccio sostenibile a 360 gradi. È la prima Volvo a non avere rivestimenti in pelle, ad esempio. E si presenta con una gamma semplificata con tre allestimenti predefiniti che permetteranno di rendere più efficienti i tempi di produzione e più veloci le consegne.

Volvo C40 Recharge (Detail)

Connessa e sempre aggiornata

La nuova C40 adotta anche l'ultima generazione del sistema di infotainment che Volvo ha realizzato su base Android - in diretta collaborazione con Google - ed è in grado di interagire con altri servizi del colosso di Mountain View (come Maps, Google Assistant e Google Play Store).

Il software è completamente aggiornabile in remoto tramite release over-the-air che non interesseranno solo l'area inerente l'intrattenimento ma andranno anche a migliorare la gestione elettronica del powertrain, a tutto vantaggio dell'efficienza.

Fotogallery: Volvo C40 Recharge