Dopo 9 anni alla guida del Gruppo Volkswagen in Italia, Massimo Nordio lascerà il ruolo di amministratore delegato il 1° agosto, quando cambierà mansione e comincerà a occuparsi delle relazioni istituzionali per il colosso tedesco in Italia, come nuovo Vice president group government relations and public affairs.

Si tratta di ruolo creato ad hoc per andare incontro alle esigenze della decarbonizzazione e alla profonda trasformazione del settore auto, con l’obiettivo di far crescere la eMobility attraverso un dialogo continuo con la politica. Nordio manterrà la propria posizione all'interno del Cda, ma lavorerà a Roma per svolgere al meglio il nuovo incarico. Agirà in stretto coordinamento con la Casa madre, riferendo direttamente a Wolf-Stefan Specht, Presidente del Consiglio di amministrazione di Volkswagen Group Italia.

“La persona giusta”

“Questa nuova funzione sarà importante per il Gruppo Volkswagen in Italia”, ha dichiarato lo stesso Wolf-Stefan Specht. “Per avere successo nella transizione, un rapporto costante con le Istituzioni è un elemento imprescindibile, tanto a livello di Casa Madre, quanto nei singoli Paesi. Massimo Nordio, grazie alla sua ampia esperienza, è la persona giusta per questa posizione”, ha concluso il capo del CdA.

Logo Volkswagen

“Cambiamenti epocali”

Il diretto interessato ha spiegato cosa farà quando comincerà a svolgere il nuovo incarico: “Ci sono all’orizzonte dei cambiamenti epocali. Oltre all’eMobility, i trend più rilevanti nei prossimi anni saranno digitalizzazione e guida autonoma e il Gruppo Volkswagen intende continuare a essere leader del settore, come testimonia la strategia NEW AUTO. È una trasformazione che implica scenari diversi e nuove attività, un tempo non indispensabili ma oggi fondamentali, come le relazioni con le Istituzioni. Un ruolo impegnativo, una sfida che affronterò con l’entusiasmo di sempre”.