La Formula 1 è, da sempre, il banco prova per testare tecnologie e soluzioni che poi, nel giro di qualche anno, arriveranno sulle auto di serie. È stato così per l'ibrido e, probabilmente, sarà così anche per i carburanti sintetici.

Sarà un grande cambiamento che, però, potrebbe trasmettere un messaggio potentissimo, puntando i riflettori sul fatto che il futuro non debba essere per forza tutto elettrico. Dal 2025, la Formula 1 adotterà nuovi propulsori a carburanti sintetici: ne abbiamo parlato con il team principal della Scuderia Ferrari, Mattia Binotto, e István Kapitány, Global Executive Vice President per la mobilità di Shell.

La F1 adotterà carburanti sintetici dall'anno prossimo

Nel settore dei carburanti ci sono grossi cambiamenti in corso. Molti paesi hanno introdotto un nuovo tipo di carburante più ecologico identificato con la sigla E10, che contiene il 10% di bioetanolo di provenienza vegetale. La F1 adotterà questo tipo di carburante dall'anno prossimo, per poi passare nel 2025 all'utilizzo di carburanti sostenibili al 100%. Se avrà successo in F1, è probabile che questa tecnologia si faccia strada in pochissimo tempo nell'intera industria automotive, mettendo così a repentaglio lo sviluppo dell'elettrico.

external_image

"È sicuramente un enorme cambiamento, ma un passo fondamentale per rendere più sostenibile la Formula 1", ha commentato Binotto. "La F1 è sempre stata una piattaforma di innovazione per prestazioni, affidabilità e tecnologia, e da adesso può esserlo anche per quanto riguarda la sostenibilità. L'elettrificazione totale non è l'unica soluzione, crediamo che ci siano altre soluzioni come, per esempio, l'ibridazione con combustibili completamente sostenibili".

"Cambiano i carburanti, cambiano i motori. Sarà un passaggio piuttosto significativo in termini di know-how dato che questo tipo di combustibile non è ancora ben conosciuto nell'ambiente del motorsport. È vero, stiamo introducendo l'E10 con etanolo al 10%, ma quello che vedremo nei prossimi cinque anni è molto diverso. È un'innovazione stimolante, sfidante, non è facile ottenere il massimo delle prestazioni da un prodotto completamente sostenibile".

Come sappiamo, ci sono state reazioni contrastanti da parte dei fan della F1 quando sono stati introdotti gli ibridi nel 2014, con la principale lamentela che riguardava il suono meno entusiasmante dei motori, e questo mascherava il fatto che, questi motori, sono più efficienti di oltre il 50% rispetto a propulsori tradizionali. Quali saranno i cambiamenti per i fan dal 2025?

"Dall'esterno non si vedrà alcun cambiamento" ha confermato Binotto. "Quando si è passati dal V8 al V6 ibrido, è cambiato il suono, ma non la forma delle auto. La power unit che abbiamo oggi è ibrida ad altissima efficienza termica, e non credo che i fan ne siano pienamente consapevoli. Per questo, dato che il suono rimarrà praticamente lo stesso, sono sicuro che non si accorgeranno di nulla".

Prosege Kapitany:

"Per arrivare a un carburante sostenibile, ci sono diversi modi. E la Formula 1 è il banco di prova giusto per questo tipo di attività. Stiamo già producendo etanolo di seconda generazione in quantità commerciale. Non è prodotto dalla parte commestibile della canna da zucchero, ma dagli avanzi agricoli. Abbiamo anche una soluzione brevettata chiamata IH2 Technology che produce carburante dai rifiuti agricoli o domestici".

“I carburanti sostenibili rappresentano un'altra alternativa ai veicoli elettrici. Gli EV sono ottimi mezzi, stanno arrivando e faranno, da ora in avanti, parte del mercato. Ma dobbiamo anche assicurarci di offrire soluzioni diverse, un mosaico di soluzioni per i nostri clienti. È per questo che ci teniamo così tanto a lavorare in questo mondo”.

Quali saranno i prossimi passi?

"Stiamo lavorando a stretto contatto con la FIA, la F1, gli altri team e fornitori, insieme a Shell per assicurarci di progettare le specifiche e i regolamenti giusti per il 2025" prosegue Binotto, "stiamo lavorando molto duramente su questo punto perché comprendiamo quanto sia importante anche per il futuro del motorsport".