Tesla e Samsung sono sempre più vicine. Secondo alcune informazioni che arrivano dalla Corea, le due società sarebbero entrate in una fase molto avanzata per la trattativa che riguarda la produzione dei chip HW 4.0 da utilizzare nel sistema Full Self-Driving di Palo Alto.

“Tesla e la divisione di Samsung – hanno riferito alcune fonti al sito d’informazione Korea Economic Daily – stanno lavorando al design e ai modelli per i chip dall’inizio di quest’anno. La Casa ha deciso di esternalizzare a Samsung la produzione dei chip HW 4.0 per la guida autonoma. L’affare è praticamente fatto”.

Niente 5 nm

Ma le cose non finiscono qui, perché emergono altri dettagli interessanti. Prima di tutto, le due società, dopo aver valutato l’uso dei semiconduttori da 5 nanometri, hanno deciso di utilizzare quelli da 7 nm. 

Tesla e Samsung insieme per i chip a 5 nm

Un’altra parte dell’accordo, ormai in dirittura d’arrivo, prevede che la produzione dei semiconduttori sarà concentrata nello stabilimento di Samsung a Hwasung, abbastanza grande per soddisfare la grande domanda di semiconduttori che arriverà. Resta da capire come la crisi dei chip (qui l'inchiesta sul tema di Motor1.com) potrà impattare su questo nuovo accordo.

Cybertruck apripista

La produzione dovrebbe partire alla fine di quest’anno ed praticamente è certo che il primo veicolo Tesla a montare i nuovi chip sarà il Cybertruck, provando a rispettare le più aggiornate previsioni sulle consegne, slittate alla fine del 2022.

Le fonti hanno poi spiegato che Elon Musk e soci erano in trattative anche con TSMC, ma avrebbero preferito Samsung per i costi di produzione più bassi e la possibilità di creare una partnership a lungo termine.