Le nuove Nissan Leaf e Micra sono in fase di sviluppo. A rivelarlo è Guillaume Cartier, il numero uno di Nissan Europa, nel corso di un’intervista con Autocar. Il marchio giapponese punterà sempre di più sui modelli elettrici e si prepara a un corposo piano d’investimenti per ampliare la sua offerta di auto a batteria.

Pronta una nuova gamma

Un punto importante della strategia di Nissan riguarda l’erede della Leaf. La compatta si trasformerà in un crossover e debutterà nel 2025 sfruttando la piattaforma CMF-EV dell’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi che darà vita anche all’Ariya.

2021 Nissan LEAF
2021 Nissan LEAF

Il nuovo modello verrà costruito a Sunderland, in Inghilterra, e farà parte di un piano su cui il brand investirà 1 miliardo di sterline (1,2 miliardi di euro) nei prossimi anni.

Ma la nuova Leaf (ammesso e non concesso che continuerà a chiamarsi così) è solo la punta dell’iceberg tra le novità di Nissan. La gamma futura comprenderà crossover elettrici come Qashqai, Ariya e X-Trail e anche una Micra a batteria.

Si punta tutto sull’elettrico

Oltre a rivelare la strategia per la Leaf e la Micra elettrica, Cartier ha annunciato che Nissan interromperà lo sviluppo di motori termici nei prossimi anni:

“Punteremo solo sull’elettrificazione. Le rigide normative Euro 7 per motori benzina e diesel rappresentano una sfida troppo grande a livello economico. Il rischio è quello di essere costretti ad alzare troppo i prezzi e danneggiare i clienti. Le auto elettriche, invece, diventeranno sempre più convenienti”.

Entro il 2025 tutte le Nissan saranno ibride o 100% elettriche, mentre entro il 2030 il brand si aspetta di vendere l’80% di modelli ad emissioni zero.

E non ci saranno “piani B”. A differenza di Hyundai o BMW che stanno lavorando anche sull’idrogeno, Nissan scommetterà tutto sulle auto elettriche.

Fotogallery: Nissan LEAF 2021