Il processo di elettrificazione non passa esclusivamente per la presentazione di nuovi modelli, ma anche e soprattutto per la ricerca di soluzioni sostenibili per la ricarica delle auto, la gestione dell'energia e per la mobilità in generale.

Lo sa bene Nissan, che ha recentemente avviato i test di sviluppo di un inedito sistema di gestione dell'energia a Namie, nella prefettura di Fukushima in Giappone, in grado di "scambiare" energia con cinque vetture generandola in modo completamente rinnovabile.

100% da rinnovabili

Il piano industriale di Nissan soprannominato Ambition 2030, che ha come obiettivo quello di raggiungere la neutralità dal carbonio nell'intero ciclo di vita delle vetture del brand, compie un ulteriore passo avanti collaborando con la cittadina di Namie, in Giappone. Qui, infatti, il costruttore di Yokohama ha messo a punto un sistema in grado di cedere e ricevere energia a cinque auto elettriche, attraverso altrettante colonnine alimentate unicamente da fonti rinnovabili.

Il sistema è completamente autonomo: l'energia viene prodotta sfruttando tre diverse fonti: il sole, il vento e l'idrogeno. Una volta collegata una vettura ad una delle cinque colonnine disponibili, il sistema analizza la quantità di energia richiesta dal veicolo per la ricarica, intrecciando il dato con la domanda di energia della città, scegliendo così quanta energia cedere alla vettura e quanta eventualmente prenderne da essa.

Nissan: al via i test per il V2G a Fukushima

Per gestire i picchi di richiesta

Di fatto si tratta di un nuovo esempio di applicazione della tecnologia vehicle to grid, che rappresenta un importante caso di studio per l'applicazione di soluzioni per la ricarica più efficienti in un mondo che, nei prossimi anni, dovrà alimentare sempre più mezzi a batteria.

Presto Nissan avvierà i test sul sistema, il cui fine ultimo è quello allentare il consumo di energia nei momenti in cui si raggiunge il picco di richiesta, contribuendo così anche ad abbattere il costo dell'elettricità. Per farlo il sistema di Nissan tenterà di compensare le fluttuazioni nella produzione di energia elettrica causate dalle condizioni meteorologiche e compensare lo squilibrio tra la domanda e l'offerta di elettricità.

Fotogallery: Nissan: al via i test per il V2G a Fukushima