Il 2035 è la data spartiacque per l’industria dell’auto. È quello il momento in cui diversi Stati diranno addio ai motori a combustione per puntare solo sull’elettrico. Vale per l’Italia e tanti altri Paesi. Uno dei primi a decidere il phase-out è stato la California, che ora si dà anche obiettivi intermedi.

Prima di arrivare al 100% nel prossimo decennio, lo Stato del Sole punta al 35% di full electric e ibride plug-in vendute entro il 2026 e il 68% nel 2030. Il target dovrà essere accompagnato anche da forti investimenti nelle colonnine di ricarica.

Tante emissioni in meno

Attualmente, la California conta 80.000 stazioni installate e prevede di arrivare a 250.000 nel 2025. Ma è facile immaginare che le nuove regole porteranno in dote nuove infrastrutture, oltre a una forte riduzione delle emissioni.

Basta pensare che i trasporti valgono oggi il 25% dei gas serra dello Stato. C’è ancora un po’ di strada da fare, visto che le auto elettriche in circolazione sono circa 1 milione su 26 milioni di vetture totali e che nel 2021 hanno raggiunto il 12% delle immatricolazioni. Le prime stime sul nuovo obiettivo parlano quindi di un calo della CO2 pari a 384 milioni di tonnellate tra il 2026 e il 2040.

Elettrificare l'America - San Diego, California
Stazione di ricarica Electrify America in California

Gli Usa per le auto elettriche

Manca però un passaggio per l’approvazione finale. Si tratta del semaforo verde dell’Agenzia per la protezione ambientale (Epa), che però difficilmente dirà “no”, visto che si tratta di obiettivi intermedi e che gli Stati Uniti stanno spingendo forte sull’elettrificazione.

Da un lato c’è infatti il presidente Biden, con un maxi piano sui veicoli a batteria, che prevede, tra le altre cose, 7,5 miliardi di dollari in colonnine. Dall’altro ci sono altri Stati, come Washington e New York, che metteranno al bando le endotermiche rispettivamente nel 2030 e nel 2035. L’industria, però, accoglie la proposta con un “ma”:

“Le Case lavoreranno sicuramente per soddisfare qualsiasi standard venga eventualmente adottato, ma queste bozze sono estremamente impegnative anche in California e potrebbero non essere realizzabili in tutti gli Stati che seguono attualmente il programma della California”, dichiara l’Alliance for Automotive Innovation.