Vitesco Technologies Group, azienda di proprietà di Continental che si occupa della fornitura di componentistica per il settore automobilistico, ha annunciato di aver firmato un accordo da ben 2 miliardi di euro con Hyundai per la fornitura di sistemi di trazione per veicoli elettrici.

L’azienda tedesca, con sede a Regensburg, aveva già dato notizia della firma del gigantesco contratto a marzo, ma allora non aveva svelato il nome del cliente, che oggi si scopre essere il gruppo sudcoreano. E spuntano anche nuovi interessanti dettagli sul piano.

Chip al carburo di silicio

Il gruppo motopropulsore è una componente fondamentale di un’auto elettrica in quanto ne determina in modo rilevante l’efficienza e, di conseguenza, l’autonomia. La componentistica Vitesco sarebbe stata scelta in particolare per la compattezza e l'alto rendimento. Oltre che per la capacità di adattamento a diversi modelli a zero emissioni.

Il sistema scelto da Hyundai, chiamato EMR4, rappresenta la quarta generazione di “electric drive” e si presenta come evoluzione dell’EMR3, rispetto al quale è più potente e più efficiente. Per migliorarne le prestazioni, Vitesco ha ad esempio deciso di adottare nell’inverter chip al carburo di silicio, più costosi ma anche più evoluti (per inciso, sono del tipo che in prospettiva potrebbe consentire all'Occidente di ridurre la propria dipendenza dai produttori asiatici).

Il sistema di trazione Vitesco EMR4

Un prodotto, tanti usi

L’EMR4, inoltre, è stato progettato per essere facilmente scalabile: grazie a un approccio modulare può essere realizzato in diverse varianti adattandosi così a vetture elettriche di varie categorie e vari livelli di potenza.

“Abbiamo standardizzato tutte le interfacce interne – ha spiegato Thomas Stierle, direttore del reparto dedicato all’elettrificazione di Vitesco – in modo da fornire ai clienti un prodotto tagliato su misura ma anche accessibile”.

“Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo e di aiutare Hyundai alla realizzazione di nuove auto elettriche attraverso la fornitura dei nostri sistemi di propulsione – ha detto Andreas Wolf, ceo di Vitesco – questo contratto è la dimostrazione che la nostra strategia di sposare con decisione la mobilità elettrica ci permette di proporre prodotti all’avanguardia”.

Fotogallery: Foto - Vitesco EMR4