Mentre in Italia si aspetta ancora l’entrata in vigore del Dpcm che renderà finalmente operativi gli incentivi auto, c’è un Paese in Europa così avanti sull’elettrificazione che pensa addirittura di fare qualche passo indietro. Sempre, però, mettendo l’ambiente al centro delle politiche.

Può sembrare un paradosso, eppure è quello che potrebbe riservare il prossimo futuro della Norvegia, dove le vetture a batteria hanno raggiunto quote di mercato talmente alte da rendere forse inutili alcune agevolazioni riservate agli automobilisti green nelle grandi città, come ad esempio la sosta a tariffa ridotta.

Fantastico, ma più Tpl (e non solo)

Guardiamo i dati per capire cosa sta succedendo nel Paese scandinavo. Nel primo trimestre del 2022 le vendite di veicoli full electric hanno raggiunto la quota record dell’83%, con il solo marzo che ha registrato un clamoroso picco dell’86%. Di fronte a questi numeri, Oslo pensa che si possa ragionare su un graduale phase out di alcuni bonus per incentivare l'acquisto di auto elettriche.

Dietro la scelta non ci sono solo questioni economiche, ma anche legate alla riduzione del traffico e alla salute dei cittadini, chiamati a muoversi di più sulle proprie gambe. Lo ha spiegato il ministro dei Trasporti, Jon-Ivar Nygård, all’emittente televisiva locale NRK:

“È fantastico che le persone utilizzino auto elettriche. Ma non va bene se usano sempre i veicoli privati e guidano in aree urbane trafficate invece di camminare, andare in bicicletta o sfruttare i mezzi pubblici”.

Electric or hybrid car charging on street in Norway

C’è chi dice no

Insomma, la ricetta è: meno vetture, categoricamente elettriche, e più mobilità alternativa o Tpl. Il ministro ha poi fatto sapere che la decisione non è stata ancora presa, anche perché non tutti in patria sono d’accordo. Qualcuno sostiene infatti che sia ancora troppo presto per pensare a un cambio di rotta così netto.

È il caso della Norsk Elbilforening, l’associazione norvegese dei veicoli elettrici, che sottolinea come oltre l’80% delle auto in circolazione sulle strade norvegesi funzioni ancora con combustibili fossili. Perciò le agevolazioni sono ancora considerate importanti per spingere le persone a scegliere bene.

Quali sono questi bonus? L’aliquota fiscale della tassa sui veicoli elettrici è circa il 50% in meno di quella su auto a benzina e diesel comparabili e, al momento dell’acquisto, non è prevista l’Iva al 25%. In più, in molti luoghi i pedaggi e le tariffe per i parcheggi sono inferiori. Già cancellati invece i benefici per le ibride plug-in.