General Motors è alle prese con una fase di profondo rinnovamento per affrontare da protagonista la transizione ecologica. Oltre che sulla progettazione di una nuova generazione di vetture a zero emissioni, la Casa ha affermato di voler offrire ai propri clienti un ecosistema energetico domestico completo che si compone di pannelli fotovoltaici, sistemi di accumulo e componenti accessorie. 

Il sistema sarà reso disponibile entro pochi mesi negli Stati Uniti e sarà realizzato in collaborazione con la società SunPower. Ricorda da vicino quanto realizzato da Tesla con i suoi Solar Roof ma rappresenta solo una delle tante mosse con cui la Casa sta spingendo sull'innovazione grazie all'impegno in prima linea della divisione GM Energy

L'evoluzione della piattaforma Ultium

General Motors, infatti, sta lavorando su diversi fronti per offrire servizi di ultima generazione. Tutto ruota intorno alla messa a punto di una versione evoluta della piattaforma Ultium, ecosistema complesso presentato nel 2021 come il cuore dell'offensiva elettrica del marchio che si compone di una parte hardware, come le batterie Ultium, e da una parte software. Proprio in quest'ultima si celano le novità più succose, raccolte tutte sotto la sigla Ultium Charge 360.

 

Con la tecnologia Ultium Charge 360, che si appoggia a un cloud, GM vuole arrivare alla definizione di un unico sistema che raccolga al suo interno numerosi servizi inerenti la ricarica, la gestione di sistemi di accumulo, l'interazione tra il veicolo e la rete elettrica, i servizi V2G e altro ancora. È lì, secondo la Casa guidata da Mary Barra, che si può fare la vera differenza rispetto alla concorrenza. 

“L’enorme scala delle soluzioni di GM Energy ci consentirà di affrontare al meglio le attuali sfide con l’infrastruttura della rete e con i sistemi di accumulo e gestione dell’energia - ha affermato Mark Bole, a capo della struttura che si occupa delle tecnologie sulla ricarica bidirezionale di GM -. Sfruttando le piattaforme tecnologiche flessibili firmate General Motors e la potenza del sistema Ultium, siamo in grado di fornire soluzioni energetiche resilienti e accessibili a tutti i clienti e alla rete”.

Chevrolet Silverado EV WT 2024

La Chevrolet Silverado EV attesa per il 2024

La collaborazione con i provider di energia

Tornando a Ultium Charge 360, GM ha già svelato i nomi di due servizi accessori che renderà presto disponibili Oltreoceano. Sono individuati dalle sigle Ultium Home e Ultium Commercial e saranno dedicati alla gestione della ricarica e all’interazione con la rete elettrica. Si rivolgeranno - come si intuisce dal nome - a una clientela privata o business.

Affinché questi servizi possano diventare effettivamente operativi, General Motors ha stretto contatti con diverse aziende statunitensi fornitrici di energia elettrica per avviare collaborazioni che permetteranno a chi guida un’elettrica della Casa di mettere in contatto il proprio veicolo con la rete elettrica e sfruttare in prospettiva la ricarica bidirezionale per una miglior gestione dei consumi energetici.

Tutti i servizi di nuova generazione saranno disponibili per la prima volta con l'arrivo della Chevrolet Silverado EV, attesa per il 2024.

Fotogallery: General Motors Hummer EV