Dalla Volkswagen alla BeyonCa. È questa l’evoluzione lavorativa di Weiming Soh, un nome che non dirà molto ai più ma che è stato invece una delle figure chiave di Volkswagen China, avendone ricoperto anche il ruolo di vicepresidente esecutivo.

Soh, che ha lasciato il gruppo tedesco dopo 16 anni di onorato servizio per lanciarsi in una nuova avventura, ha presentato oggi la GT Opus 1, berlina elettrica dalle forme filanti che è stata realizzata dalla casa automobilistica che egli stesso ha creato nel 2021: BeyondCa (appunto) un nome che tra l’altro nasce dalla compressione dell’espressione “go beyond the car”.

Un logo tutto da scoprire

BeyonCa, fedele al nome che porta, vuole superare il concetto di auto fine a sé stesso e vuole affermarsi come società che fornisce servizi di mobilità. Ha aperto sedi in cinque diverse città della Cina, in Germania e a Singapore. Ha anche già avviato tre centri di ricerca e sviluppo (sempre in Cina) e un design center, in Monaco di Baviera.

Beyonca GT Opus 1

La Casa, che è nata e sta crescendo grazie al sostegno economico di numerosi investitori cinesi, tra cui Dongfeng, si differenzia per una caratteristica unica nel panorama automobilistico mondiale: il logo tridimensionale animato. Si tratta di un logo a sviluppo verticale dotato di un display che può modificare la grafica interna e che la Casa descrive come un’interfaccia uomo-automobile.

Dalla Taycan alla GT Opus 1

Quando Weiming Soh ha iniziato a dire che aveva intenzione di costruire un’auto elettrica con un marchio di sua fondazione, aveva anche paventato l’idea di partire dalla base di una Porsche Taycan e di modificare quella per dare vita a una vettura che fosse altrettanto sportiva e a zero emissioni. Invece con la GT Opus 1 parte da una diversa base per fare concorrenza all’elettrica di Zuffenhausen, puntando su una particolarità.

Beyonca GT Opus 1

Soh, grazie all’aiuto di un team di esperti che comprende anche medici, oltre che ingegneri, ha voluto creare una vettura che massimizzasse il livello di benessere degli occupanti. Per questo motivo ha realizzato un software che analizza alcuni parametri biometrici in tempo reale e controlla lo stato di salute degli occupanti.

La GT Opus 1, che guardando alla meccanica ha una batteria da 800 volt e 130 kWh con ricarica rapida fino a 300 kW, è lunga 5,2 metri. Sarà prodotta a partire dal 2023, con commercializzazione dall’anno successivo. Prezzo di partenza, in Cina: 1 milione di yuan, pari a circa 140.000 euro.

Fotogallery: Foto - Beyonca Opus 1