La decarbonizzazione della logistica globale è qualcosa che si studia da molti anni. Nell'ultimo periodo, molte aziende di trasporti si sono impegnate per trovare una vera e propria alternativa al diesel, fino a oggi il combustibile principe dei mezzi pesanti.

E tra queste c'è anche il gruppo Charoen Pokphand, società thailandese che ha annunciato una partnership con Toyota per testare la tecnologia Fuel Cell a idrogeno su una nuova flotta di camion.

Un accordo logistico

Come anticipato, il gruppo Charoen Pokphand è uno dei più conosciuti nel suo Paese d'origine e in America. È infatti il brand proprietario dei minimarket 7-Eleven, una "istituzione" nel mondo anche per gli appassionati di auto sportive e diventato tale dopo essere apparso in molti videogiochi di auto.

La decarbonizzazione delle operazioni dell'azienda, secondo Toyota, potrebbe avvenire soprattutto per mezzo dell'idrogeno, che potrebbe gradualmente andare a sostituire tutta la flotta attuale di camion a gasolio.

Affinché questo avvenga in tempi non troppo lunghi, le due società hanno annunciato di aver rinnovato la partnership stretta nel 2019 per realizzare il carburante del futuro attraverso gli scarti alimentari.

Un minimarket 7-Eleven

Possibile a tutti gli effetti

Decarbonizzare le operazioni del gruppo Charoen Pokphand, secondo la stessa Casa nipponica, è possibile principalmente per un fattore: i camion dell'azienda alimentare percorrono quasi sempre gli stessi tragitti, negli stessi orari e alle stesse velocità; una condizione ripetitiva fondamentale per permettere la piena pianificazione delle nuove operazioni.

A tal proposito, proprio negli ultimi mesi, lo stesso Costruttore giapponese aveva collaborato con PTT Public Co., compagnia petrolifera statale thailandese, per costruire e avviare la prima stazione di rifornimento di idrogeno del Paese. Non resta quindi che attendere per vedere gli sviluppi dell'accordo.

Il video dell'iniziativa