Dall’alcolock per i recidivi di guida in stato di ebrezza, alle nuove regole sui monopattini elettrici, passando per le e-bike. Sono diverse le novità del disegno di legge (ddl) su Sicurezza stradale e nuovo Codice della Strada (Cds), approvato dal Consiglio dei ministri (Cdm) del 27 giugno.

In attesa di discussione ed eventuale approvazione in Parlamento, il Governo mette anche la mobilità sostenibile al centro della riforma, con alcune, piccole modifiche per il mondo delle bici elettriche. Eccole qua.

Il sorpasso? A 1,5 metri

A dire il vero, è soprattutto una disposizione a interessare i ciclisti. Si tratta dell’articolo 8 del disegno di legge, che sostituisce così l’articolo 148, comma 9-bis – intitolato “Sorpasso” – del Cds (il decreto legislativo 285 del 1992):

“Il sorpasso dei velocipedi da parte dei veicoli a motore deve essere effettuato con adeguato distanziamento laterale in funzione della velocità reciproca e dell’ingombro del veicolo a motore, per tener conto della ridotta stabilità dei velocipedi, fermo restando, ove le condizioni della strada lo consentano, di mantenere la distanza di sicurezza di almeno metri 1,5. Chiunque viola le disposizioni del presente comma è soggetto alle sanzioni amministrative di cui al comma 16, primo periodo”.

Automobili Lamborghini e 3T presentano le nuove biciclette di alta gamma

Ecco le novità per i ciclisti

Multe e problemi

Rispetto a prima, il Codice specifica che il sorpasso dovrà avvenire non limitandosi a “usare particolari cautele” legate a “minore stabilità” e “probabilità di ondeggiamenti e deviazioni da parte del velocipede”.

Bisogna invece rispettare almeno 1,5 metri di distanza e garantire comunque “un adeguato distanziamento”. La violazione può portare a una multa da 167 a 665 euro. Resta però da capire come applicare in concreto la nuova regola.

Non è infatti semplice calcolare la distanza fra la propria auto (o comunque il proprio veicolo) e la bici elettrica. Anche perché lo stesso ddl specifica che il metro e mezzo va mantenuto “ove le condizioni della strada lo consentano”.

Ma cosa succede se tutto questo non è possibile o la carreggiata è stretta? Si mantiene una distanza minore? E la multa si applicherà lo stesso? Come sempre, non resta che aspettare la versione definitiva del testo e il decreto attuativo. Intanto, dubbi sul nuovo Codice della Strada sorgono anche riguardo l’alcolock. Qui invece le novità sui monopattini elettrici.