La Cina sarà al centro della prossima strategia elettrica di Mercedes-Benz. E' questo ciò che pensa il ceo Ola Kallenius, che nel corso di un intervista ad Automobilwoche ha dichiarato che la casa si sta impegnando in questi anni per riuscire a "padroneggiare" la tecnologia full electric al pari della digitalizzazione.

L'obiettivo? Offrire una qualità progettuale molto elevata e dei prodotti che piacciano a livello di design e tecnologia ai clienti orientali, per inseguire sempre più da vicino i competitor.

Nuove auto e nuove piattaforme

La casa della Stella tedesca, come sappiamo bene, sta mettendo a punto in questo periodo la prossima generazione di piccole elettriche marchiate Mercedes-Benz. Il primo modello a debuttare dovrebbe essere la nuova EQA, una sedan di medie dimensioni basata su una piattaforma completamente nuova e nata per essere a zero emissioni, con uno o più motori.

Foto spia Mercedes EQA Sedan

La prossima Mercedes EQA Sedan

Un'informazione, questa, confermata nel corso della stessa intervista al magazine tedesco da un altro dirigente dell'azienda presente, che ha dichiarato che i prossimi modelli che il brand prevede di lanciare in Cina saranno basati anche sulla nuova piattaforma MB.EA, attualmente in fase di sviluppo.

Secondo lo stesso funzionario, recentemente i prototipi di queste nuove auto sono stati esaminati approfonditamente per garantire che una volta giunti sul mercato, in versione di serie, soddisferanno a pieno le esigenze dei clienti orientali, con adeguato spazio interno e contenuti digitali di ultima generazione.

Foto - Mercedes EQS SUV

L'attuale Mercedes EQS SUV

L'importanza della Cina

Che la Cina sia uno dei mercati più importanti per le elettriche del futuro non è certamente una novità. Per capirlo basta semplicemente guardare i dati di vendita, ma anche il design di alcuni modelli che hanno debuttato recentemente, con il tetto nella parte posteriore piuttosto alto (una caratteristica indispensabile per i clienti orientali) e linee esterne molto ricercate. Ma non solo.

A livello strettamente "economico", infatti, basta guardare anche la partecipazione azionaria di molti imprenditori del Paese nelle principali aziende produttrici di auto mondiali. A tal proposito, nei prossimi anni diverse case europee punteranno sul Paese d'oltreoceano, compiendo una vera e propria rivoluzione elettrica, con l'obiettivo di inseguire le nascenti case locali e la sempre presente Tesla.