Con i leak dei giorni scorsi sulla R2 e le altre notizie trapelate, si pensava che Rivian potesse tenere un evento di presentazione del nuovo modello un po' sottotono. Invece ha sorpreso tutti, perché in canna aveva una serie di novità di cui nessuno sapeva niente. 

La compatta Rivian R3, per esempio, e poi una nuova cella per la batteria che viene usata nella piattaforma su cui Rivian R2 e R3 sono basate. Si tratta di una cella cilindrica di grosse dimensioni, più grande delle famose 4680 ideate da Tesla.

Le nuove celle da 9,5 cm di lunghezza

Andando nello specifico, la nuova cella cilindrica di Rivian è individuata dalla cifra 4695. Come da prassi, i numeri indicano il diametro, che è di 46 millimetri, e l'altezza, che è di 95 millimetri. Le 4680 di Tesla, come si intuisce, sono 15 millimetri più corte. 

La Casa americana non ha ancora diramato informazioni dettagliate sulla chimica, che con tutta probabilità sarà di tipo tradizionale, al nichel-manganese-cobalto. Quando le celle della batteria diventano più grandi, la loro tensione non cambia. Se non cambia la chimica, quindi, è probabile che il valore nominale della cella in ampere-ora sia maggiore e che la 4695 contenga più energia di una 4680. Ma c'è di più.

 

Le celle più grandi possono in genere caricarsi e scaricarsi a velocità più elevate. In breve, ciò significa che le batterie delle Rivian R2 e la R3 saranno probabilmente in grado di caricarsi più velocemente e di offrire una maggiore potenza di picco rispetto ad accumulatori realizzati con celle 4680. Anche la frenata rigenerativa dell'auto potrebbe essere più potente, con conseguenti vantaggi in termini di efficienza.

Rivian non è la prima a entrare nel gioco delle 4695. BMW ha recentemente rivelato alcuni campioni di una cella 4695 che intende utilizzare sui veicoli elettrici della Neue Klasse, che debutteranno sul mercato nel 2025. Anche Samsung SDI, Panasonic e LG stanno lavorando su celle cilindriche molto grandi, con diametro da 46 e lunghezze di varia misura.

Moduli di grosse dimensioni

Guardando l'immagine rilasciata durante la presentazione si nota come la nuova batteria con celle cilindriche 4695 sia composta da tre grossi moduli che prendono tutta la lunghezza della batteria.

Rivian 4695 Battery Cell

Ingrandendo l'immagine si contano 34 celle messe per lungo su 8 file. Ogni modulo quindi contiene 272 celle. Per tre moduli fa 816 celle in totale. Se parliamo di ioni di litio e supponiamo che le celle siano tutte cablate in serie, otteniamo una tensione del modulo di 979,2 V (nominale). Si tratterebbe dunque di un'architettura da 1.000 V e non da 800 V come accade ora nelle soluzioni più avanzate presenti sul mercato. Sarebbe un ulteriore passo avanti. 

Non sappiamo quali siano i valori nominali delle singole celle, ma le altre 4695 sono in grado di scaricarsi a impulsi fino a 10C, ovvero dieci volte la loro capacità nominale in amp-ora. Questo potrebbe significare una potenza disponibile di 900 kW, cioè circa 1.200 cavalli. Le 4695 della Rivian, tuttavia, sono probabilmente più limitate nella capacità, per cui è improbabile che si raggiungano tassi di scarica così elevati. Questo è quello che si ipotizza, ma attendiamo informazioni ufficiali per capire efficienza, autonomia e tutto il resto