Dopo poco più di 1 anno dall'arrivo in Italia, il provider di ricarica francese Electra inaugura la sua prima stazione di ricarica fast e ultrafast.

Si trova nel centro commerciale Le Due Torri, in provincia di Bergamo, dove nasce grazie alla collaborazione con la società immobiliare Altarea. Ha 8 prese di ricarica, divise tra colonnine da 300 e 50 kW, ma questa non è l'unica chicca.

Una stazione strategica

L'hub sorge nei pressi dell'uscita autostradale di Dalmine, lungo l'autostrada A4, a 13 km dall’aeroporto di Orio al Serio.

Come anticipato, è composta precisamente da 4 colonnine: due da 300 kW e due da 50 kW, per un totale di 8 prese di ricarica, prenotabili e attivabili tramite app disponibile per dispositivi sia Apple che Android.

L'inaugurazione della prima stazione di ricarica Electra in Italia, nel centro commerciale Le Due Torri

Obiettivo: centri commerciali a tutto tondo

Nei primi mesi del 2023, Electra aveva dichiarato di voler investire in Italia oltre 200 milioni di euro nei prossimi tre anni, per installare fino a circa 3.000 punti di ricarica sul territorio.

L'obiettivo dell'azienda, in particolare, era ed è tuttora quello di offrire stazioni integrate in luoghi pubblici come centri commerciali o supermercati, per dare agli utenti la possibilità di ottimizzare i tempi di rifornimento e renderli un’attività correlata allo shopping.

Per queste nuove colonnine e per tutte le altre, la società francese fa sapere che si è occupata e si occuperà dell'intero processo di installazione e gestione degli hub, facendosi carico, grazie alla collaborazione con Altarea, degli investimenti necessari per trasformare e gestire i luoghi adibiti alla loro costruzione.

Le colonnine Alpitronic utilizzate da Electra

Durante l'inaugurazione, Eugenio Sapora, General Manager di Electra in Italia, ha commentato:

“...L’hub presso Le Due Torri si trova in uno snodo strategico, capace di servire al tempo stesso i flussi dell'A4, uno dei maggiori assi economici italiani, e dell’aeroporto di Orio al Serio, fondamentale sia per i cittadini che per i turisti”

“Continua dunque il grande lavoro di investimento sul territorio italiano, dove intendiamo stanziare 200 milioni di euro nel prossimo triennio, per arrivare a installare 3.000 nuovi punti di ricarica ultraveloci da Nord a Sud”.