Con un’area spazzata equivalente a quasi 7,5 campi da calcio (precisamente di 53.000 metri quadrati), la nuova turbina eolica offshore più potente al mondo si trova in Cina, nella provincia di Guangdong, al largo della città di Shantou.

Realizzata e appena installata in una base di prova dalla compagnia energetica locale Dongfang Electric Corporation (Dec), vanta una potenza di 18 megawatt (MW) e un diametro del rotore di 260 metri, capaci di fornire 72 GWh d’elettricità pulita all’anno a 36.000 famiglie cinesi.

Le rivali

Cifre che le consentono di superare la creatura della connazionale China Three Gorges Corporation, entrata in funzione nel luglio del 2023 con 16 MW di potenza, ma che la posizionerebbero dietro quella di Mingyang, altra connazionale che, alla fine dell’anno scorso, ha presentato il progetto di una turbina eolica da 18-20 MW, con rotore dal diametro di 260-292 metri, pari a ben 9 campi da calcio.

Una “corsa al vento”, quella nelle regioni orientali e costiere della Cina, che si spiega con gli alti consumi energetici delle zone, scompensati però dal fatto che la maggior parte delle risorse del Paese si trova nelle are occidentali e settentrionali; i parchi eolici offshore aiutano a superare questo scompenso e raggiungere gli obiettivi climatici al 2030 e al 2060, quando il Dragone dovrà raggiungere rispettivamente il picco d’uso dei combustibili fossili e la neutralità carbonica.