Dalle auto agli aerei elettrici, il colosso cinese delle batterie CATL avanza nel business dei velivoli a zero emissioni. Un progetto, quello di costruire e alimentare mezzi con le ali, anticipato ad aprile scorso, quando l’azienda aveva presentato un accumulatore da 500 Wh/kg definito “condensato”.

Con una densità energetica di 100 Wh/kg in più rispetto a quella tipicamente necessaria agli aerei elettrici – pari a 400 Wh/kg – e addirittura doppia di quella richiesta sulle auto elettriche, sarà proprio questo l’accumulatore montato sul velivolo del futuro. E i primi risultati che sembrano davvero incoraggianti.

In volo per 3.000 km

CATL ha infatti testato con successo l’uso delle sue batterie condensate (presentate al Salone di Shanghai 2023) su un aereo civile da 4 tonnellate: uno dei primi passi per sviluppare velivoli con equipaggio da 8 tonnellate di peso e 2.000-3.000 chilometri di autonomia.

CATL al Salone di Shanghai

CATL presenta la batteria condensata per aerei elettrici al Salone di Shanghai 2023

Decollo entro il 2028

A realizzarlo non sarà però la sola CATL, perché l’azienda si è alleata col produttore nazionale Commercial Aircraft Corporation of China a luglio 2023 per dare vita a una joint venture concentrata sulla progettazione di aerei elettrici entro il 2027-2028.

Gli aggiornamenti arrivano dal presidente Robin Zeng, che parla al 15° World Economic Forum Annual Meeting of the New Champions, o più semplicemente Summer Davos Forum, al via martedì a Dalian, nella provincia cinese nord-orientale di Liaoning.