BYD lancia in Cina la nuova versione della Dolphin, una delle auto elettriche più economiche tra quelle vendute anche fuori dal Paese.

La versione 2025 arriva a soli 6 mesi dalla serie speciale Dolphin Glory, inserita a listino con un prezzo molto accattivante: costa infatti 99.800 yuan, pari a circa 12.500 euro. La cosa interessante è che la nuova BYD ha lo stesso prezzo di partenza della Glory, ma caratteristiche tecniche migliori.

Fino a 520 km di autonomia

La nuova BYD Dolphin, individuata dalla sigla “Renewal”, è disponibile in quattro allestimenti e con due tagli di batteria. Oltre alla solita “blade battery” da 45 kWh, nell’allestimento di punta Knight adotta un accumulatore più grande, da 60 kWh.

BYD Dolphin (Europa)

BYD Dolphin: la versione Design ha carrozzeria bicolore

Grazie a una serie di migliorie al powertrain, la nuova Dolphin è anche più efficiente. La versione con batteria da 45 kWh percorre fino a 420 km con un pieno di elettroni, mentre quella con accumulatore da 60 kWh arriva a 520 km di autonomia, anche se questi sono valori omologati secondo il ciclo cinese CLTC che, rispetto al WLTP, è un po’ più “generoso”.

La versione di punta, quella con batteria da 60 kWh, ha anche un motore più potente: anziché 95 CV scarica a terra 204 CV (prima la potenza massima disponibile sul modello era di 177 CV).

BYD Dolphin (Europa)

Come molti modelli BYD, lo schermo centrale ruota di 90 gradi e può posizionarsi in orizzontale o verticale

Versione Batteria Potenza Autonomia
Vitality 45 kWh 95 CV 420 km
Free 45 kWh 95 CV 420 km
Fashion 45 kWh 95 CV 420 km
Knight 60 kWh 204 CV 520 km

 

È attesa anche in Europa

La nuova BYD Dolphin 2025 dovrebbe arrivare in futuro anche in Italia, dove attualmente è in vendita la versione precedente. Chiaramente, per tutta una serie di motivi, da noi l’elettrica cinese ha un prezzo di gran lunga maggiore.

Dalle nostre parti la Dolphin è disponibile in due allestimenti: Comfort e Design, con prezzi rispettivamente di 33.790 e 35.790 euro. In futuro le cose potrebbero cambiare. Se per il momento l’auto arriva da uno stabilimento cinese, domani gli esemplari per l’Europa potrebbero arrivare dalle nuove fabbriche che BYD sta costruendo in Thailandia e in Turchia.

Fotogallery: BYD Dolphin (Europa)