Il nostro collega americano Kyle ha guidato l'ultima nata di Palo Alto su strada, in pista e off-road: ecco com'è andata

Tesla Model Y: il crossover di Elon Musk è, per vari motivi, uno dei mezzi più attesi di questo 2020, non solo per quanto riguarda il mondo dell'elettrico, ma per l'automotive a 360 gradi.

Volente o nolente infatti, se la Model 3 aveva aperto alla Casa le porte del Vecchio Continente e del mondo intero, la Model Y potrebbe essere il modello della definitiva consacrazione globale, considerando un mercato che richiede sempre più SUV e Crossover.

Dunque, nella più classica legge della domanda e dell'offerta, il quesito è molto semplice: cosa accade se l'esperienza Tesla si fonde con la crescente voglia di spazio a bordo pur in dimensioni compatte? La risposta nella nostra prova in anteprima.

Com'è fatta

La versione provata da Kyle, nostro collega di InsideEVs US, è la Performance. Dunque con cerchi da 21 pollici, doppia motorizzazione - una per asse - e trazione integrale. Partiamo dalle misure è lunga 4,75 metri, larga 1,92 e alta 1,62.

In parole semplici, non si discosta poi tanto dalla sorella Model 3, anche se a colpo d'occhio appare più grande. Ciò che colpisce, una volta saliti a bordo, oltre allo spazio in più è la seduta, decisamente rialzata rispetto all'altezza da terra della macchina. Insomma, anche l'impostazione e la triangolazione, rispetto alla berlina, cambia ponendosi in posizione più elevata per un minor angolo per le ginocchia.

Tesla Model Y vs Model 3

La versione Performance, tra l'altro, con interni premium, è dotata di sedili riscaldati anteriori e posteriori regolabili su 12 posizioni elettronicamente, il tetto in vetro oscurato, gli specchietti laterali riscaldati, profili di guida personalizzati, 4 porte USB e docking station per 2 smaartphone.

Appare per la prima volta su una Tesla anche la pompa di calore, che migliora molto l'efficienza dell'impianto di climatizzazione.

Motore

La Tesla Model Y Performance è dotata non di un motore, ma di due motori - uno per asse - in grado di sfornare 340 kW di potenza massima e 637,43 Nm di coppia distribuiti su entrambi gli assi per quella che è una trazione integrale.

Tesla Model Y vs Model 3

Batteria e ricarica

La versione Performance della Tesla Model Y ha ovviamente un pacco batterie da 75 kWh. L'autonomia stimatica è di 480 chilometri su ciclo WLTP.

Come ogni Tesla che si rispetti, lo standard di ricarica è ovviamente CCS Combo 2, che permette quindi di ricaricare, in caso di utilizzo di rete Supercharger V3, con un picco di potenza offerta di 250 kW, mentre le stazioni V2 riescono ad arrivare a 150 kW.

Come Va

La prima impressione, è quella di un'auto la cui qualità costruttiva degli interni sia migliore in maniera significativa della Model 3. Un'evoluzione dunque che comunque rimane fedele alla filosifa di Musk: l'interazione con il corpo vettura è naturale.

Si sale a bordo e si guida "a mente libera". Abbiamo voluto metterla alla prova su tre ambienti estremamente differenti tra di loro. Il primo, su strada pubblica, in quello che è per molti versi il suo ambiente migliore, quello urbano ed extraurbano; il secondo all'interno del centro prove di InsideEVs, dunque in pista; il terzo, considerando la sua natura di crossover, sul strade sterrate. In termini di guida quotidiana, la Model Y sorprende positivamente per insonorizzazione, qualità ed anche consumi. Durante questo primo contatti, siamo riusciti a mantenere un'autonomia di 450 chilometri viaggiando principalmente in autostrada.

Tesla Model Y

In pista, il peso e la sua natura chiaramente controbilanciano gli aspetti positivi, eppure la coppia istantanea ed i trasferimenti di carico accentuati rendono l'utilizzo divertente. Questo a condizione di non voler avere alcuna velleità cronometrica. E' evidente come anche la luce a terra più elevata sia compensata comunque dal baricentro basso e dagli sbalzi molto corti. Torniamo a ripetere però che non c'è alcuna velleità cronometrica considerando peso e natura dell'auto. Ultimo ma non ultimo, il suo comportamento in offroad.

La Model Y ha tra i suoi punti di forza la trazione e la mappatura offroad che permettono anche la giusta ripartizione della trazione tra le varie ruote per ottimizzare dunque l'aderenza in condizioni di grip precario. E' chiaro però che angolo di attacco e di coda sono da "cittadina" dunque la Model Y può affrontare strade bianche e poco più, non oltre.

Quanto costa

La Tesla Model Y in versione performance parte da 71 mila Euro, a cui vanno aggiunti eventuali 3.200 euro per la configurazione a sette posti. Sul sito ufficiale Tesla, il prezzo chiavi in mano è di 71.980 Euro, 61.580 con risparmio.

Tesla Model Y - scheda tecnica

  Tesla Model Y Performance Tesla Model Y Long Range AWD
Dimensioni 4750 x 2129 x 1623 mm 4750 x 2129 x 1623 mm
Batteria Long Range - 75 kwh Long Range - 75 kWh
Ricarica Max AC 11.5 kW 11.5 kW
Ricarica Max DC 250 kW 250 kW
Accelerazione 3,7 s 0-100 km/h 5,1 s 0-100 km/h
Autonomia 480 km (stima WLTP) 505 km (stima WLTP)
Guida Doppio motore a magneti permanenti con  trazione integrale Doppio motore a magneti permanenti con  trazione integrale
Sedili Fino a 7 adulti Fino a 7 adulti
Cerchi 21 pollici 19 o 20 pollici
Volume max carico 1.9 metri cubi 1.9 metri cubi
Velocità massima 241 km/h 217 km/h
Display Touchscreen centrale da 15 pollici Touchscreen centrale da 15 pollici
Supercharger pay per use pay per use

Fotogallery: 2020 Tesla Model Y