Nonostante sia diverso da qualsiasi cosa vista finora nel panorama degli scooter alla spina, spinto dalle soluzioni commute Made in China, il BMW CE 04 non è affatto una sorpresa: a Monaco lavorano da tempo sul loro e-scooter di nuova generazione, che ha pochissimo a che fare con il “vecchio” C-Evolution e prende tanto dalle auto di nuova generazione dell'Elica. Lo abbiamo provato per capire se, oltre le linee, il CE 04 è veramente una ventata di freschezza.

Come è fatto

Più che plasmato da una matita il BMW CE 04 sembra il risultato di una serie di colpi di bisturi assestati con precisione chirurgica: le linee sono nette e tese, la tridimensionalità la fa da padrona pur lanciando “liscia” la superficie dello scudo che accoglie il faro Full-LED e la sella sospesa dal grande effetto scenografico. Ogni millimetro delle sovrastrutture è pensato per assolvere un compito preciso: accumulare l'energia nel sottoscocca e compattare il più possibile un veicolo che ha dimensioni importanti.

BMW CE 04
BMW CE 04

L'interasse da 1.675 mm e la gomma posteriore da 160 infatti fanno pensare ad una moto Gran Turismo più che ad un protagonista del casa-lavoro nelle metropoli europee ma il motivo di tanta imponenza è da cercare nei tratti che uniscono questo e-scooter alle auto di ultima generazione di BMW, come la iX, che abbiamo recentemente provato nel nostro Perché Comprarla Elettrica: il CE 04 infatti ha in dotazione le stesse celle del SUV elettrico di Monaco di Baviera, che compongono una batteria da 8.9 kWh con autonomia di 130 km nel ciclo WMTC e tempi di ricarica che per lo 0-80% passano dalle 3 ore e 30 minuti della versione standard con caricatore da 2,3 kW fino all'ora e 15 minuti degli scooter dotati di Quick Charger, opzionale, da 6,9 kW.

Il CE 04 può essere ricaricato sia a casa, in quanto dotato di spina Shuko, che alla colonnina. Di derivazione automobilistica anche il motore a magneti permanenti che ha una potenza costante di 20 CV e un picco di 42, con 70 Nm di coppia, ma può essere acquistato anche in versione 11 kW per patentati B e A1.

BMW CE 04
BMW CE 04
BMW CE 04

Più tradizionale la ciclistica, con un telaio tubolare, forcella telescopica da 35 mm e mono ammortizzatore laterale senza leveraggi montato a sinistra sulla coppia di ruote da 15”, che vedono agire una triade di dischi da 265 mm e portano la calzata motociclista delle Pirelli Diablo Rosso nelle misure 120/70 e 160/60.

Non manca poi lo spazio di carico grazie al particolare vano con imboccatura laterale e alla tasca con supporto dedicato per la ricarica e ventola di raffreddamento per lo smartphone, vera chicca di dettaglio di questo e-scooter, che si integra perfettamente con il ponte di comando dove il protagonista è lo schermo TFT da 10,25” con connettività e navigazione a mappe assicurata dalla App BMW Connectivity.

Come va

Il lusso passa per i dettagli e il CE 04 non tradisce la regola: finiture curate nel minimo dettaglio, spazio in abbondanza sulle pedane e, con la sella Pro dotata di supporto lombare, anche la giusta dose di comfort.

Il ponte di comando sottolinea che questo e-scooter è trattato al paro delle ammiraglie endotermiche di BMW Motorrad, come R 18 Bagger o R 1250 RT, e per di più ha l'utilissima tecnologia Emergency Call di serie, ma sono le performance a mettere il punto esclamativo: è il primogenito di una nuova filosofia ma ha un carattere più che definito, con i 42 CV (in picco) che si fanno sentire appena si ruota la manopola destra (tanto da costringere una presa salda sul manubrio se si viaggia con la sella piatta) e un comportamento dinamico che non ti aspetti guardandolo sul cavalletto.

BMW CE 04
BMW CE 04
BMW CE 04

Stabilissimo sul veloce, mantiene la traiettoria con facilità e rapido nei cambi di direzione paga solo la mole mastodontica nel guidato più stretto, ambito che però non gli appartiene. Le dimensioni lo penalizzano nel traffico più intenso, dove lo zig-zag con il suo metro e mezzo abbondante di passo deve essere ben calcolato, ma la distribuzione ottimale dei pesi aiuta.

Le mappe motore lo rendono lo scooter adatto ad ogni necessità: in ECO il freno motore si fa sentire e la vivacità è tenuta a bada, in Dynamic (optional nel pacchetto Pro) invece si toccano con mano le possibilità del propulsore a briglie sciolte e la Road diventa la giusta via di mezzo. Sorprende il lavoro delle sospensioni, che si dimostrano in grado di fare un ottimo lavoro sulle buche e il pavè cittadino senza nascondere una buona tenuta anche quando si chiede qualche piega, ed è perfettamente calibrata la risposta del doppio disco anteriore morso da una coppia di pinze fisse a 4 pistoncini: modulabili e potenti il giusto.

Certo, la protezione aerodinamica se non si ricorre al plexi maggiorato in opzione è praticamente inesistente, ma è l'unico dettaglio del BMW CE 04 in cui il design ha avuto la meglio sulla funzionalità.

BMW CE 04
BMW CE 04

Quanto costa

Il BMW CE 04 ha un prezzo di partenza di 12.550 euro, sia in versione a potenza completa sia in versione limitata a 11 kW. A questa base vanno aggiunti almeno gli 800 euro del pacchetto City, che comprende tra le altre cose le manopole riscaldate, il cavalletto centrale e l'antifurto.

Se poi siete dei fan delle moto dell'Elica non potrete rinunciare al pacchetto Pro per 1.150 euro, con la mappatura sportiva Dynamic, l'ABS Pro, il controllo di trazione dinamico in curva e le luci full LED adattive, vera chicca di BMW.

Fotogallery: BMW CE 04, la prova