La Casa spagnola presenta il suo primo modello completamente elettrico: sotto un'estetica da vettura “tradizionale” un powertrain a misura di città

Seat è pronta a lanciare sul mercato il suo primo modello completamente elettrico. Si tratta della Mii Electric. Basata sulla piattaforma della Mii attualmente in commercio con motorizzazioni benzina, la variante 100% elettrica non si discosta da questa in termini stilistici. Le novità sono tutte sottopelle e includono un powertrain in grado di garantire fino a 260 km di autonomia.

Estetica tradizionale

A livello estetico, la nuova Mii Electric ricalca in tutto e per tutto l'attuale Mii in commercio con motorizzazioni benzina. Fuori, le uniche differenze sono rappresentate dall'assenza dello scarico al posteriore e i badge Electric sul portellone e le fiancate.

Anche la presa di ricarica è nascosta nello stesso spazio occupato dal bocchettone per il rifornimento del carburante. Discorso analogo per gli interni, dove l'unica differenza, anche in questo caso, è costituita dal badge Electric sulla parte destra della plancia, davanti al sedile del passeggero.

2020 Seat Mii Electric

Per scattare in città

Come dicevamo in apertura, le novità principali si concentrano sul powertrain. Questo è costituito da un pacco batterie agli ioni di litio da 36,8 kWh, sufficiente a garantire un'autonomia di circa 260 km. La potenza della Mii Electric è di 82 CV, mentre il dato di coppia è pari a 212 Nm. Dati che permettono alla prima vettura elettrica di Seat di scattare da 0 a 50 km/h in 3,9 secondi. L'80% della ricarica lo si raggiunge in circa quattro ore utilizzando una presa da 7,2 kW. La prevendita della Seat Mii Electric comincerà a settembre di quest'anno.

Fotogallery: Seat Mii Electric