Il quarto modello della famiglia Ceed arriva con l’autunno e dal 2020 si potrà ordinare anche in una variante ibrida plug-in. Ecco come sarà

Si chiama XCeed il quarto modello della famiglia Ceed, nonché quello destinato a ricoprire il ruolo più importante all'interno della gamma. Quello, per intenderci, che dovrebbe far fare il balzo di vendite al marchio Kia, molto forte nel segmento C. Quello che non si sapeva ancora è che la Xceed, crossover dalle line notevolmente filanti e sportive, sarà anche la prima Ceed con propulsione ibrida plug-in.

Proporzioni inedite

Per misure e forme la XCeed andrà a posizionarsi proprio a metà strada tra la Ceed a cinque portee la Sportage: sfiora i 4,4 metri di lunghezza, dunque circa 9 cm più della berlina e altrettanti meno della suv. Idem per l’altezza che supererà la prima di 4,3 cm ma sarà al di sotto della seconda di ben 15,5 cm. Le linee tese e sportive, non trascurano l’abitabilità e la capacità di carico: XCeed annuncia un bagagliaio da 426 litri, 1.368 abbattendo il divano posteriore che sarà suddiviso in tre parti.

Gli interni si distingueranno anche per la presenza della strumentazione Supervision e della connettività avanzata del sistema UVO Connect. Ma non è tutto: la XCeed promette anche un assetto a forte vocazione dinamica benché capace di un buon disimpegno fuori dall’asfalto, ferma restando la trazione soltanto anteriore.

Kia XCeed

Motori tutti turbo, ibridi nel 2020

Quanto alla gamma motori, al lancio, previsto dopo l’estate, saranno disponibili quelli tradizionali, tre benzina (1.0, 1.4 e 1.6 da 120 a 204 CV) e due diesel (entrambi di 1,6 litri) tutti sovralimentati, con cambio manuale o a richiesta per quasi tutti i motori, automatico a doppia frizione DCT7, e trazione soltanto anteriore. Le varianti elettrificate arriveranno nel 2020, iniziando dai più semplici mild-hybrid, quelli cioé con un motore elettrico che si limita ad assistere quello a scoppio in partenza e accelerazione, e un ibrido vero e proprio del tipo plug-in, con batteria ricaricabile anche all’esterno.

I primi saranno quasi certamente delle varianti dei 1.6 turbodiesel, dotate appunto di motorini elettrici di supporto e impianto a 48 Volt, già introdotti nella gamma di Sportage. Per gli ibridi veri, su cui la Casa non ha ancora fornito particolari, è dunque logico aspettarsi l’abbinamento con un motore a benzina, un po’ come accade sulla Optima Plug-In Hybrid.

Fotogallery: Kia XCeed