Dal prossimo anno le PHEV della Casa di Monaco riconosceranno i centri città e viaggeranno in EV Mode in automatico

BMW sta mettendo a punto un'interessante funzione per i propri veicoli ibridi plug-in. Si chiama eDrive Zones e sarà disponibile su tutte le PHEV della Casa a partire dal 2020. In sintesi, riconoscerà l'ingresso nelle ZTL e nelle aree cittadine in cui è ammessa la circolazione delle sole auto a zero emissioni e passerà in automatico in elettrico. 

La funzione eDrive Zones si accorgerà dell'avvicinarsi alle aree a traffico limitato attraverso il GPS. In questo modo, la Casa di Monaco permetterà a chi guida una sua vettura ibrida di "aggirare" i divieti delle amministrazioni comunali garantendo il corretto funzionamento a zero emissioni nei centri cittadini in cui non sono ammessi veicoli inquinanti.

A Rotterdam si è già avviata la sperimentazione


L'iniziativa, semplice quanto efficace, lascia solo un dubbio. Cosa accade se l'auto si presenta davanti all'accesso di una ZTL con la batteria scarica? BMW non ha ancora rilasciato informazioni in questo senso. Però, proprio per valutare tutti gli aspetti della funzione eDrive Zones, la Casa ha già avviato un progetto pilota con il comune di Rotterdam e la locale università. Mira a valutare i benefici in termini di efficienza e di riduzione delle emissioni e potrebbe rappresentare un dispositivo che incrementi il mercato delle vetture ibride plug-in.