Avviati i test della berlina a zero emissioni. Sarà il secondo modello della famiglia EQ e arriverà sul mercato nel 2021

I dati di mercato parlano chiaro. La Tesla Model 3 è la tre volumi più venduta della categoria, con buona pace delle berline tradizionali, dalla Mercedes Classe C in giù, gli altri sono costretti ad inseguire. L'elettrico tira e ci si deve adeguare. Proprio Mercedes, che fino a poco tempo fa deteneva saldamente la leadership tra le berline premium, è stata tra le prime a capirlo: un'anti Tesla è necessaria. E un SUV non basta.

Così, dopo la presentazione ufficiale della EQC, oggi è stata avvistata su strada quella che con tutta probabilità rappresenterà l'ammiraglia a zero emissioni della Casa. Una Mercedes EQS, insomma, anche se il nome non è ancora ufficiale. Ancora poco si sa di questo secondo modello della famiglia EQ, che però, considerando che è già in fase di test su strada, potrebbe essere mostrato già a Francoforte, in autunno, ma sarà commercializzato nel 2021. Dovrà vedersela con avversarie agguerritissime come la Porsche Taycan e l'Audi e-tron GT.

Una coda da fastback

L'auto è profondamente camuffata ma lascia intuire forme inedite rispetto a qualsiasi altra Mercedes. Somiglia in un certo senso a una CLS o a una AMG GT Coupé4. L'auto sembra dotata di portellone posteriore e presenta quindi una carrozzeria a 5 porte. O fastack che dir si voglia. Fa pensare ad Audi A7 o BMW Serie 6 Gran Turismo, giusto per fare due nomi.

Mascherina chiusa e scarichi finti

Proporzioni a parte, la natura elettrica di questa Mercedes EQS si nota da una serie di dettagli. Su tutti, la calandra, perfettamente sigillata, che lascia intuire che l'auto non necessiti di aria fresca per raffreddare il motore.

2021 Mercedes EQS foto spia

Nella vista posteriore, poi, l'auto mostra due terminali di scarico ovali. Sono finti. Messi lì per confondere le idee, o perché per allestire i primi prototipi circolanti sono stati utilizzati componenti “di recupero”.

Aerodinamica spinta

L'indole a zero emissioni del modello traspare anche da altri particolari. Come altre EV, per ridurre al massimo l'attrito con l'aria, l'auto non ha solo forme particolarmente aerodinamiche, ma rinuncia anche ad elementi che “disturbano” i flussi. Il prototipo avvistato in strada, ad esempio, ha maniglie a scomparsa. E non fatevi ingannare dai fari posteriori a sbalzo: sicuramente posticci.

2021 Mercedes EQS foto spia

Una piattaforma ormai nota

Per quanto riguarda la piattaforma, pochi sono i dubbi: la Mercedes EQS nasce sulla MEA (Modular Electric Architecture) che è già adottata dalla EQC. Non si sa ancora niente, invece, riguardo ai dati tecnici, anche se si vociferano potenze e autonomie superiori al SUV che già può contare si 402 CV di potenza (700 Nm di coppia) e la capacità di percorrere oltre 400 km con una sola ricarica. 

Fotogallery: Mercedes EQS, l'ammiraglia elettrica avvistata in strada