Stretta una partnership con Natron Energy e ChargePoint per mettere le colonnine di ricarica nei distributori

È solo questione di tempo. Le compagnie petrolifere non possono certo stare alla finestra mentre davanti a loro il mondo dell'automobile cambia alla velocità della luce. Dovranno reinventarsi. Tra le prime a scoprire le carte e mostrare interesse verso la mobilità elettrica è Chevron, colosso californiano che opera in 180 Paesi. Chevron, infatti, ha appena messo in onda uno spot in cui annuncia la nascita della divisione Technology Ventures che si occuperà di energie alternative.

E non c'è modo migliore per richiamare l'attenzione della gente se non quello di usare una Tesla come protagonista dello spot. Una Model 3, per esser precisi. In fondo si sa: le vetture di Elon Musk ricevono un'attenzione mediatica che, a livello mondiale, la maggior parte delle altre Case può solo invidiare. 

Una doppia partnership

Tesla a parte, visto che l'auto serve un po' da specchietto per le allodole, Chevron ha già messo in servizio colonnine di ricarica per auto elettriche in alcuni distributori californiani. Oggi, con questo nuovo commercial, annuncia di aver stretto la partnership con Natron Energy e ChargePoint. La prima è un'azienda specializzata nella produzione di batterie agli ioni di litio, la seconda, come si intuisce dal nome, è impegnata nel campo delle infrastrutture a sostegno delle auto a zero emissioni

Chevron investe sulla mobilità elettrica

Se qualcuno avesse ancora dubbi su quali siano le reali intenzioni del colosso del petrolio, ricordiamo che insieme allo spot è stato diffuso anche un messaggio sul canale twitter ufficiale. Recita: “abbiamo affrontato con successo una delle più complesse sfide energetiche nel passato. Insieme innoveremo per il futuro”. Come dire: se abbiamo avuto successo con il petrolio, insieme a partner illustri avremo successo anche con l'energia elettrica. Insomma, la corsa alla conversione è lanciata.

'